NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Trattamento e scambio della prova digitale in Europa
SKU: 9915229000
Biasiotti Maria Angela - Epifani Mattia - Turchi Fabrizio
84,00 €

Issn
0390-0975
Isbn
9788849532852
Rivista:
"Informatica e diritto"
Vai alla rivista >>>
Nr. Fascicolo
1-2/15
Formato
17x24
Nr. Pagine
448
Mese Pubblicazione
Maggio
Anno Pubblicazione
2016

L’uso sempre più diffuso delle tecnologie digitali nella vita quotidiana delle persone, compreso quello connesso al compimento di attività illecite (spesso oltre i confini nazionali), ha fatto emergere, tanto a livello nazionale quanto a livello europeo, nuovi problemi in relazione alla raccolta, al trattamento e allo scambio della “prova elettronica” (tecnicamente definibile come “un qualsiasi dato risultante dall’output di un dispositivo analogico e/o digitale che abbia valore probatorio e che sia stato generato da, elaborato da, memorizzato su o trasmesso da, qualsivoglia dispositivo elettronico”). Dagli studi e dalle analisi condotti su questo tema, complesso e interdisciplinare, pur a fronte di una sempre maggiore importanza assunta dalle prove elettroniche nei processi davanti alle corti europee, emergono le difficoltà dovute alla mancanza di un quadro giuridico e tecnologico comune riguardo al trattamento e allo scambio della prova elettronica, alla scarsa fiducia reciproca (su significato, autenticità e affidabilità della prova) fra i principali soggetti coinvolti nel trattamento e, non ultimo, a considerevoli lacune nella preparazione dei soggetti che quotidianamente esaminano la validità e l'ammissibilità di una prova elettronica. Di questi temi si occupa il Volume, che nasce nel contesto, e come uno dei risultati, delle attività svolte dai curatori, nel triennio 2014-2016, nel progetto “Evidence - European Data Informatics Exchange Framework for Courts and Evidence”, finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del 7° Programma quadro. Il Volume raccoglie contributi relativi al trattamento e allo scambio della prova elettronica in Italia e in Europa, che sono frutto di ricerche, studi ed esperienze di una varietà di soggetti che operano in questo campo con competenze diverse, ospitando, accanto agli approfondimenti scientifici, anche la presentazione delle esperienze di chi, quotidianamente, nella realtà concreta, deve confrontarsi con questo particolare tipo di prova.

I CURATORI
Maria Angela Biasiotti è ricercatrice presso l'Istituto di Teoria e Tecniche dell'Informazione Giuridica del CNR di Firenze dove svolge attività di ricerca nei settori del Diritto dell'Informatica e dell’Informatica Giuridica. Ha coordinato il progetto europeo “Evidence - European Data Informatics Exchange Framework for Courts and Evidence” ed è responsabile scientifica di altri progetti europei. Svolge anche l’attività di docente, insieme al prof. Gianluigi Ferrari, nei corsi di “Elementi di informatica giuridica” e “Abilità informatiche per il diritto” presso l’Università degli Studi di Pisa.
Mattia Epifani è amministratore delegato di Reality Net System Solutions, dove si occupa di informatica forense e consulenza in materia di sicurezza informatica. Possiede diverse certificazioni in materia di sicurezza informatica e di digital forensics, è relatore in seminari e corsi in materia di Computer Forensics e Ethical Hacking presso università italiane e straniere ed è autore del volume “Learning iOS Forensics”, presso l’editore PacktPub.
Fabrizio Turchi è primo tecnologo presso l'Istituto di Teoria e Tecniche dell'Informazione Giuridica del CNR di Firenze dove svolge attività di ricerca nell’ambito degli standard per la rappresentazione e la diffusione in Internet di documenti giuridici e dello sviluppo di prototipi software per il dominio giuridico. Nell'ambito del progetto europeo “Evidence - European Data Informatics Exchange Framework for Courts and Evidence”, è stato responsabile delle attività relative agli standard tecnologici per la raccolta, la custodia, il trattamento e lo scambio delle prove elettroniche in Europa.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved