NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
0700810000.jpg0700810000.jpg
Il modello agricolo europeo sui mercati internazionali
SKU: 0700810000
Casucci Felice
12,91 €

Isbn
8881148277
Collana:

"Univ. degli Studi del Sannio. Sezione giuridico - sociale"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
12
Formato
17x24
Nr. Pagine
244
Mese Pubblicazione
Gennaio
Anno Pubblicazione
1999
Il sistema normativo comunitario, inaugurato agli inizi dell'ultimo decennio, ha individuato in campo agricolo nuovi e diversi obiettivi, più avanzati di quelli per cui nelle originarie intese era sorto, che risultavano fortemente condizionati dalle necessità post belliche di garantire, in tempi ragionevoli, ai Paesi membri un elevato grado di autosufficienza alimentare. L'evolversi delle esigenze all'interno delle Comunità , al pari del mutamento degli scenari internazionali, ha dunque progressivamente ridimensionato la centralità della Politica Agricola Comune (PAC) a vantaggio di altri settori economici ritenuti dal legislatore europeo egualmente indispensabili per promuovere il progresso sociale dei popoli che aderiscono all'UE. Nel quadro dei contributi destinati a ridefinire il ruolo dell'agricoltura europea, il volume propone un originale percorso di indagine, di conoscenza e di comprensione dei profili giuridici del tema affrontato. L'obiettivo dichiarato è suscitare la riflessione su quella pretesa specialità che ha caratterizzato sin dal Trattato di Roma lo statuto giuridico e il dibattito dottrinario dell'agricoltura, al punto da impedire l'evoluzione degli elementi teorici e degli strumenti applicativi che la riguardano, a dispetto dei parametri di professionalità , efficienza allocativa delle risorse ed economicità delle attività . L'accurata esegesi delle fonti comunitarie, anche alla luce degli atti non vincolanti, proposta dall'autore come costante supporto metodologico, svela l'esistenza di un sistema agricolo concepito a livello europeo in termini integrati - secondo criteri, cioè, di integrazione delle attività primarie (agricole di base). secondarie (industriali) e terziarie (commercio, assistenza tecnica). La comparazione del dato normativo interno, non disgiunta dalle segnalazioni delle tendenze giurisprudenziali e dall'indicazione delle principali opinioni dottrinarie, scopre il limite dell'approccio fondiario espresso nei passati decenni dalla legislazione nazionale; la ricerca della dimensione «funzionale» degli istituti giuridici, adottata in alternativa alle astratte distinzioni concettuali, impone una trattazione congiunta dei profili agricoli e doganali, consentendo del tema agricolo una lettura in chiave dinamica. L'opera si segnala, pertanto, come strumento di completamento dei curricula professionali, attento agli emergenti e complessi problemi della formazione continua di quanti sono chiamati a misurarsi con le difficoltà operative connesse all'applicazione di un diritto comunitario in un ambito altamente specialistico ma anche come disciplina "di punta" del diritto comunitario. Non si nasconde l'ulteriore, ambizioso disegno di risvegliare anche nel mondo accademico una maggiore attenzione per problematiche che gli studi giuridici, nella loro più classica accezione, hanno tenuto distanti dal dibattito scientifico, quando non hanno addirittura omesso.

L'AUTORE

Felice Casucci (1957) è nato a Napoli dove si è laureato in Giurisprudenza. Ha svolto l'attività professionale di avvocato nei settori agroindustriale e doganale. Collaboratore giovanissimo della scuola civilistica del Prof. Pietro Perlingieri, attualmente dirige presso l'Università degli Studi del Sannio il Centro Studi di Diritto Comunitario della Facoltà di Economia e coordina l'Ufficio Ricerche e Sviluppo della medesima Facoltà . Insegna Diritto del Commercio internazionale e Diritto Agrario Comunitario; è titolare della cattedra di Diritto Rurale Comunitario (Cattedra Jean Monnet). Presso la stessa Università è Responsabile FEOGA e FSE per le attività di ricerca, didattica ed alta formazione. Ha pubblicato numerosi volumi di diritto comunitario e di letteratura.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved