NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
8912203120.jpg8912203120.jpg
Protezione del credito bancario e « particolari operazioni di credito »
SKU: 8912203120
Falcone Giovanni
32,00 €

Isbn
9788849525496
Collana:

"Università degli Studi di Napoli Federico II - Dipartimento di Diritto Comune Patrimoniale - Nuova serie - Monografie"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
6
Formato
17x24
Nr. Pagine
304
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2012
La ricerca dei tratti unificanti dei «crediti speciali» ha origini risalenti e ha trovato in un passato non remoto, alla luce della vecchia legge bancaria, una risposta nella teoria dei «mutui di scopo». Il testo unico bancario, che avrebbe dovuto realizzare la despecializzazione e il modello della banca universale, ha tuttavia conservato discipline differenziate per le «particolari operazioni di credito». Il volume propone una nuova chiave di lettura degli artt. 38-48, in quanto riservano una speciale «protezione» al credito bancario. In relazione alla funzione di protezione l'Autore analizza le vere e proprie «garanzie» (e la stessa nozione di «garanzia bancaria») e le altre cause di prelazione (i privilegi legali e convenzionali); e dà conto dei privilegi «processuali» riconosciuti per una maggiore efficacia dell'azione di recupero del credito, nonchè degli effetti favorevoli derivanti dalle «esenzioni» dall'azione revocatoria, per poi indagare il fondamento costituzionale e comunitario di tale protezione, interrogandosi sulla ragionevolezza della protezione del credito bancario (piuttosto che del credito di cui siano titolari altri soggetti operanti nel mercato del credito). In questa prospettiva, l'Autore evidenzia, da un lato, l'evoluzione della lettura dei riferimenti costituzionali, constatando il tramonto del «paradigma bancocentrico», volto a legare la tutela offerta dall'art. 47 Cost. alle operazioni di credito solo quando compiute congiuntamente alla raccolta del risparmio tra il pubblico; dall'altro, sottolinea la evidente difformità della tutela del (solo) credito bancario rispetto ai criteri di concorrenzialità - anche e soprattutto di derivazione comunitaria - tra soggetti (banche - intermediari finanziari) operanti all'interno del medesimo mercato (quello dei finanziamenti). Nonostante alcuni frammentari tentativi del legislatore volti ad estendere tali meccanismi di protezione anche ai soggetti che devono ritenersi ormai ugualmente tutelati dalla legge fondamentale e dal diritto comunitario, la recente riforma dello statuto normativo degli intermediari operanti nel settore finanziario, realizzata attraverso la riscrittura del Titolo V del t.u.b. ad opera del D.Lgs. n. 141 del 2010 (che estende ad essi i principi tipici della vigilanza prudenziale bancaria conformandosi ai principi del controllo sulla sana e prudente gestione), rende ormai ineludibile una risposta del legislatore sul tema della mancata protezione. La particolare conformazione della disciplina delle «particolari operazioni di credito» sembra infatti escludere alla radice la possibilità di interpretazioni analogiche o estensive, riproponendo la eventualità di un sindacato di legittimità costituzionale della disciplina.

L'AUTORE
Giovanni Falcone
ha conseguito il dottorato di ricerca in Legislazione e diritto bancario dell'Università di Siena e della Federico II di Napoli. Professore a contratto di Legislazione Bancaria, Diritto dei Mercati Finanziari e Diritto Bancario presso l'Università di Napoli Federico II e di Roma TRE , visiting professor presso la Universidad Regiomontana di Monterrey (Mèxico), è autore di numerosi contributi in materia di contratto di finanziamento, crediti speciali, tutela del consumatore, crisi bancarie. Ha approfondito profili comparativistici nella monografia «La riforma concorsuale spagnola. Contributo allo studio del diritto concorsuale comparato» (Milano, 2006), e esplorato settori in evoluzione nel volume «La disciplina delle crisi delle imprese assicurative. Le procedure di salvaguardia della solvibilità e di risanamento» (Milano, 2009).
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved