NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
La via francese alla giustizia costituzionale
SKU: 8115017150
Benvenuti Sara
30,00 €

Isbn
9788849530261
Collana:
"Collana del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università degli Studi di Firenze"
Vai alla collana >>>
Nr. Volume
4
Nr. Pagine
XVIII+258
Formato
17x24
Mese Pubblicazione
Gennaio
Anno Pubblicazione
2016

Il volume ripercorre l’evoluzione del modello di giustizia costituzionale francese dal 1958 ad oggi, per evidenziare il diverso atteggiarsi del Conseil constitutionnel al mutare degli equilibri politico-istituzionali, nel contesto europeo di tutela dei diritti fondamentali e di «dialogo» tra corti. Principi e concetti tanto cari alla cultura costituzionale francese, quali la legge espressione della volontà generale o il principio della separazione dei poteri, spiegano molto dell’atipicità del modello di giustizia costituzionale preventivo e astratto, ma non spiegano tutto. Non bastano a dimostrare la sua resistenza nel tempo all’introduzione di forme di controllo a posteriori di costituzionalità e non giustificano la natura «politica» del Conseil constitutionnel. Cour de cassation e Conseil d’Etat compensano per lungo tempo la mancata previsione di una via di accesso incidentale, offrendo tutela ai diritti fondamentali grazie allo strumento del controllo di convenzionalità e al dialogo con i giudici europei. Tuttavia, all’avvio della riforma costituzionale del 2008, l’inedito raccordo tra controllo di costituzionalità e controllo di convenzionalità rappresenta ormai un elemento di squilibrio del sistema di tutela, che contribuisce all’introduzione della question prioritaire de constitutionnalité. Muovendo dalla nascita del Conseil constitutionnel quale organo «politico», il volume ne segue la progressiva trasformazione in senso giurisdizionale, per concentrarsi infine sulla riforma del 2008 e sui possibili sviluppi, anche europei, dei rapporti tra corti.

L’AUTORE
Sara Benvenuti (Firenze, 1978), Dottore di Ricerca in Diritto Comparato, è stata assegnista presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Firenze. Ha pubblicato saggi in materia di diritto costituzionale comparato, organizzazione giudiziaria e diritto dell’ambiente.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved