NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
La verifica in itinere della formazione
SKU: 7517001170
Cerulli Irelli Vincenzo - Roselli Orlando
21,00 €

Isbn
9788849532678
Collana:
"Collana per l'Osservatorio sulla formazione giuridica"
Vai alla collana >>>
Nr. Volume
14
Formato
17x24
Nr. Pagine
216
Mese Pubblicazione
Marzo
Anno Pubblicazione
2017

Presso l’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) è stato costituito un gruppo di lavoro per la verifica in itinere, attraverso appositi test, del grado di apprendimento acquisito dagli studenti al terzo anno del loro percorso di studi. Porsi il problema di verificare il progredire formativo dei nostri studenti è assolutamente necessario ma comporta una delicata riflessione scientifica che deve vedere il coinvolgimento più vasto possibile delle nostre comunità universitarie. Per questo si è tenuto, il 29 giugno 2015 a Firenze, un Seminario nazionale che ha visto il coinvolgimento di responsabili di Dipartimento, del Centro studi per la storia del pensiero giuridico moderno, di Scuola e di Facoltà di Giurisprudenza, di Corsi di Laurea, della Conferenza delle Associazioni Scientifiche di Area Giuridica, della Conferenza Nazionale dei Direttori di Giurisprudenza e Scienze Giuridiche, dell’ANVUR e di studiosi a lungo impegnati sui temi della formazione giuridica. Il tema della verifica in itinere dei processi di apprendimento è stato così affrontato a partire dalla «storicità e relatività dei settori disciplinari nell’insegnamento del diritto»; dall’esigenza di «comprensione della società»; dall’acquisizione di una «sensibilità economica»; dalla mai scontata relazione tra «eccezione e regola», in una prospettiva culturale di ampio respiro. Si tratta di acquisire le «capacità di risolvere problemi in ambito giuridico».

I CURATORI
Vincenzo Cerulli Irelli è ordinario di Diritto amministrativo presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università «La Sapienza» di Roma. Oltre ad essere autore di un diffuso Corso di diritto amministrativo, ha scritto monografie, saggi ed articoli, tra l’altro, in tema di giustizia amministrativa, beni pubblici, procedimenti amministrativi, organizzazioni amministrative.
Orlando Roselli è ordinario di Istituzioni di diritto pubblico presso il Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Firenze. È autore, tra l’altro, di pubblicazioni in tema di sistema delle fonti, processo europeo di integrazione monetaria, dimensione costituzionale dello sciopero, volontariato e disciplina del terzo settore, amnistia e indulto, indicatori delle trasformazioni costituzionali, disciplina del commercio, storia della cultura giuridica, diritto e letteratura, linguaggio giuridico, formazione giuridica.
Vincenzo Cerulli Irelli e Orlando Roselli hanno già curato insieme i volumi Per una riflessione sulla didattica del diritto (con particolare riferimento al diritto pubblico), Milano, 2000 e, in questa Collana, La riforma degli studi giuridici, Napoli, 2005 e Unitarietà della scienza giuridica e pluralità dei percorsi formativi, 2006.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved