NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Le deleghe legislative inattuate
SKU: 7517103170
De Lungo Davide
38,00 €

Isbn
9788849534092
Collana:
"Studi e Ricerche di Diritto Pubblico"
Vai alla collana >>>
Nr. Volume
1
Formato
17x24
Nr. Pagine
XII+324
Mese Pubblicazione
Settembre
Anno Pubblicazione
2017

Il fenomeno dell’inattuazione delle deleghe legislative, pur strettamente legato ad uno degli istituti in assoluto più studiati dalla giuspubblicistica, non è stato mai fatto oggetto di compiuta attenzione in sede politica o scientifica. Tuttavia, la sua dimensione, sia quantitativa che qualitativa, non è affatto trascurabile, e si rivela, anzi, addirittura sorprendente. Sotto il profilo statistico, se si prendono a riferimento gli ultimi venti anni, emerge che, a fronte di 824 deleghe conferite, ben 338 (cioè circa il 41%) sono rimaste inattuate. Il dato numerico, già assai significativo, è poi ulteriormente arricchito dal vivo dibattito suscitato – sia fra gli operatori del diritto che nell’opinione pubblica – da alcune recenti vicende, fra cui spiccano quelle legate alla mancata attuazione della legge delega n. 67 del 2014 per la depenalizzazione di numerosi reati, e della legge delega n. 247 del 2012 per la riforma della professione forense. Questi elementi rivelano il tutt’altro che secondario rilievo politico e giuridico del fenomeno, che cova «sotto la cenere» di un dibattito scientifico statico ormai da tempo, ma ben lungi dall’aver esaurito in modo soddisfacente tutte le questioni che esso pone all’interprete. Da qui l’opportunità di tentare una più organica analisi dell’argomento, che tocca importanti nodi teorici, ma è anche denso di implicazioni sul piano pratico. In questa prospettiva, si analizzeranno prima le cause politiche e giuridiche del fenomeno dell’inattuazione della delega specie attraverso l’angolo visuale della forma di Stato e di governo. Si procederà, poi, a indagare gli effetti che le norme contenute nelle leggi di delega inattuate sono idonee a produrre nell’ordinamento generale. Infine, si analizzeranno la natura (politica o giuridica) e l’intensità (facoltativa o imperativa) del vincolo che discende in capo al Governo dal conferimento della delega, per poi valutare le forme di responsabilità e gli strumenti di reazione attivabili, dai pubblici poteri così come dai privati cittadini, a fronte dell’inattuazione.

L'AUTORE
Davide De Lungo è dottore di ricerca in diritto pubblico. Già borsista presso il Centro studi e ricerche parlamentari «Silvano Tosi» dell’Università di Firenze, è docente e responsabile scientifico di alcuni Master organizzati annualmente dall’Università degli Studi di Roma Tor Vergata in ambito pubblicistico; presso il medesimo Ateneo, e presso la Luiss-Guido Carli, è anche docente di Giustizia costituzionale nella Scuola di specializzazione per le professioni legali. È autore di diversi saggi, note a sentenza e contributi in volumi in materia di forma di governo, fonti del diritto, giustizia costituzionale.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved