NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
0703124000.jpg0703124000.jpg
Autonomia, decentramento e sussidiarietà: i rapporti tra pubblici poteri e gruppi religiosi nella nuova organizzazione statale
SKU: 0703124000
Parisi Marco
18,00 €

Isbn
8849507208
Collana:

"Univ.degli Studi del Molise - Dipartimento Giuridico"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
18
Formato
17x24
Nr. Pagine
228
Mese Pubblicazione
Novembre
Anno Pubblicazione
2003
La realizzazione di un ciclo di seminari dedicati alle ricadute della recente riforma del Titolo V della Costituzione sulla pregressa articolazione dei rapporti intercorrenti tra soggetti religiosi e pubblici poteri trae origine dalla constatazione dei caratteri di novità della revisione costituzionale introdotta con legge n. 3 del 2001. Infatti, la collocazione della riforma in parola nel quadro di un processo di modifica della Carta costituzionale di più ampio respiro, e non ancora concluso, mirante alla valorizzazione dei tratti autonomistici degli organi periferici dello Stato, sembra offrire numerosi spunti di riflessione. L'assunzione di un modello di Stato fortemente autonomistico consente alle Regioni l'esplicazione di un ruolo istituzionale nuovo, tale da favorire un'ulteriore implementazione del diritto ecclesiastico regionale. In questo senso, l'amplificazione dell'insieme delle materie con rilievo ecclesiasticistico trattate dalle leggi regionali ben prima della revisione costituzionale si è dimostrata progressiva, includendo nel catalogo dei settori a cui le autorità religiose dedicano attenzione i temi dei beni culturali, dell'edilizia di culto, dei servizi sociali, del volontariato e del diritto allo studio. Contestualmente, anche la tutela del sentimento e del fattore religioso a livello territoriale, realizzata dalle Regioni bilateralmente (ovvero attraverso diverse forme di cooperazione fra enti regionali e singole entità religiose), potrebbe implicare nuove ed ulteriori modalità di coinvolgimento diretto e negoziale (formale od informale) delle soggettività religiose in alcuni procedimenti decisionali, concernenti sia la formazione del contenuto di specifici provvedimenti amministrativi, quanto la definizione del contenuto dileggi regionali involgenti materie di loro specifico interesse. L'evoluzione in questa prospettiva del sistema di relazioni tra entità religiose e pubbliche potestà soprattutto nell'ottica di un'ulteriore spinta riformatrice dell'assetto autonomistico statale in senso maggiormente federalista pone diversi interrogativi, rispetto alla possibilità che la valorizzazione delle autonomie locali (attraverso l'attenuazione dei poteri centrali in favore di un simmetrico potenziamento dei poteri periferici) e sociali (attraverso la delega di compiti e funzioni di intervento in ambito sociale) si realizzi nel rispetto dei principi di cooperazione, di solidarietà , di laicità dello Stato e di autonomia dei gruppi confessionali, cardini fondamentali e canoni informatori della politica ecclesiastica italiana.

IL CURATORE

Marco Parisi è Ricercatore per il Diritto Ecclesiastico nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi del Molise, dove insegna in affidamento interno Diritto Ecclesiastico e Diritto Ecclesiastico Comparato. È autore dell'opera monografica L'Islam e i Paesi europei: problemi giuridici e di legalità costituzionale, Salerno 2000 ed stato curatore dell'opera collettanea L'insegnamento del Diritto Ecclesiastico nelle Università italiane, Napoli 2002. Inoltre ha pubblicato diversi saggi, tra cui si segnalano: La riforma dell'assistenza: note neostruttive e prime riflessioni sulla legge n. 328/2000, in Annali, 3, 2001; Dalla Dichiarazione n. 11 alla futura Carta costituzionale dell'Unione Europea: quale ruolo per le Confessioni religiose nel processo di integrazione europea? , in Studi in memoria di Vincenzo Ernesto Cantelmo, Nipoli 2003; Orientamenti della giurisprudenza della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo in tema di libertà religiosa, in Annali, 4, 2002.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved