NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Istituzioni europee e libertà religiosa
SKU: 7816115160
Durisotto David
41,00 €

Isbn
9788849532241
Collana:
"Pubblicazioni del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Cagliari - Serie II"
Vai alla collana >>>
Nr. Volume
8
Formato
17x24
Nr. Pagine
XII+344
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2016

La libertà religiosa occupa ampi spazi negli ordinamenti europei a livello sia nazionale che sovranazionale, quale libertà fondamentale dell’uomo, garantita nelle sue diverse forme di espressione. Essa si inserisce nel processo di integrazione europea, da un lato, quale diritto fondamentale tutelato dalla CEDU e, dall’altro, quale elemento che si interseca con il diritto dell’Unione europea e ne permea alcuni aspetti. Con il tempo, la giurisprudenza di Strasburgo acquisisce una crescente consapevolezza delle problematiche legate alla libertà religiosa, nelle sue diverse forme di manifestazione; i giudici ampliano la propria sfera di intervento su temi che riguardano in modo diretto le esperienze di vita delle persone, fino a toccare gli aspetti più problematici della libertà di manifestare la propria religione. Il testo si sofferma sugli approdi della giurisprudenza della Corte di Strasburgo e dell’attività degli organi dell’Unione europea, evidenziando come i sistemi di tutela della libertà religiosa offerti dalle istituzioni europee delineino un quadro di protezione di tale diritto fondamentale che risulta essere particolarmente condizionato dalle peculiarità degli ordinamenti sovranazionali europei. Nell’insieme, sia i principi di competenza e sussidiarietà che caratterizzano l’Unione europea, sia gli obiettivi della Corte di Strasburgo, impegnata a garantire un’applicazione uniforme della CEDU e, allo stesso tempo, a rispettare le diversità nazionali, finiscono per condizionare non poco le possibilità e il grado di tutela della libertà religiosa che possono essere offerti dalle istituzioni europee.

L’AUTORE
David Durisotto (1974), dottore di ricerca, è stato assegnista per lo IUS/11 e collaboratore della Cattedra di Diritto ecclesiastico di Roma Tre. Dal 2012 è ricercatore di Diritto ecclesiastico e canonico presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Cagliari. Autore di saggi e articoli riguardanti il matrimonio, i rapporti tra Stato Città del Vaticano e Unione europea, l’obiezione di coscienza, ha partecipato alla ricerca PRIN sulle comunità Islamiche in Italia coordinata dalla Cattedra di Diritto ecclesiastico di Roma Tre. Ha pubblicato la monografia Educazione e libertà religiosa del minore (Napoli 2011).

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved