NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
8812181120.jpg8812181120.jpg
Appunti di cooperazione giudiziaria penale
SKU: 8812181120
Falato Fabiana
20,00 €

Isbn
9788849524963
Collana:
Nr. Volume
160
Formato
17x24
Nr. Pagine
200
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2012
Lo strumento più efficace per combattere il crimine transnazionale è la internazionalizzazione della repressione, ovvero la instaurazione di forme sempre più incisive di collaborazione giudiziaria tra Stati idonee a prevenire i reati e ad evitare o, quantomeno, a limitare la impunità dei colpevoli. A tal fine, l'Unione europea, accanto all'obiettivo generale di promuovere la pace, i suoi valori e il benessere dei suoi popoli, persegue scopi specifici ad esso collegati da un nesso di consequenzialità ; tra questi rientra quello di offrire ai suoi cittadini «uno Spazio di libertà , sicurezza e giustizia senza frontiere interne, in cui sia assicurata la libera circolazione delle persone insieme a misure appropriate per quanto concerne i controlli alle frontiere esterne, l'asilo, l'immigrazione, la prevenzione della criminalità e la lotta a quest'ultima». Obiettivo, quest'ultimo, che con il Trattato di Lisbona ha acquistato una preminenza singolare, se si pensa che esso precede di gran lunga l'obiettivo del mercato comune, fino ad ora considerato il principale strumento della integrazione europea. In questo ambito si inserisce la cooperazione giudiziaria penale; tema complesso e dai contorni non sempre definiti. Su queste premesse è stato pensato e scritto Appunti; pubblicato per soddisfare le esigenze degli studenti del corso di Cooperazione giudiziaria penale, con il proposito di consentire loro di individuare le basi minime, ma essenziali, per un primo approccio allo studio di una materia che si impone come indispensabile momento di conoscenza della Procedura penale contemporanea.

L'AUTORE
Fabiana Falato
(Benevento 1970) ricercatore di Procedura Penale, insegna Cooperazione giudiziaria penale nell'Università degli Studi di Napoli «Federico II». Ha insegnato Diritto Processuale Penale nell'Università della Calabria e nell'Università del Sannio. È dottore di ricerca in Sistema penale e processo. È autrice di numerose pubblicazioni, tra cui segnaliamo le ultime: Immediata declaratoria e processo penale (2010); La querela. Tra azione pubblica e privata (2012); Rapporti tra giudicato assolutorio e processo civile di danno. Studio sulla preclusione processuale (2012); Sui rapporti tra estradizione e mandato di arresto europeo. A proposito del rifiuto di consegna del cittadino europeo (in La Giustizia Penale, 2012); Annullamento ai soli effetti civili e giudizio di rinvio (in La Giustizia Penale, 2012). È nel Comitato di Redazione della Rivista La Giustizia Penale con la quale collabora stabilmente.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved