NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Sul concetto di causa nel diritto penale vigente (1905). Appunti (1916-1917)
SKU: 8516041150
Reinach Adolf
16,00 €

Isbn
9788849529838
Collana:
Nr. Volume
5
Formato
13x21
Nr. Pagine
156
Mese Pubblicazione
Gennaio
Anno Pubblicazione
2016

L’AUTORE

Adolf Reinach (1883-1917), filosofo e giurista, allievo di Edmund Husserl, applicò il metodo fenomenologico allo studio del diritto. In coerenza con tale impostazione speculativa, ricercò gli elementi invarianti, pre-normativi del diritto positivo. La sua opera più importante, I fondamenti a priori del diritto civile (1913), indaga i fattori essenziali del diritto delle obbligazioni. Ma già nella sua dissertazione di laurea, Sul concetto di causa nel diritto penale vigente (1905), è possibile rintracciare – sia pure in forma non dispiegata – il problema che caratterizzerà in modo eminente il suo successivo pensiero: quello degli a priori giuridici. Oltre a questo primo scritto, sono qui tradotti gli ultimi appunti che Reinach redasse sul fronte della prima guerra mondiale, dove trovò la morte a soli 34 anni. L’oggetto della sua riflessione, negli appunti, è completamente mutato: è l’esperienza religiosa ora ad occuparlo, in una ricerca insieme fenomenologica ed esistenziale del senso stesso della finitezza umana e dell’apertura all’Assoluto.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved