NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
0512412120.jpg0512412120.jpg
La Napolialta Vomero Antignano Arenella da villaggi a quartieri
SKU: 0512412120
Castanò Francesca - Cirillo Ornella
35,00 €

Isbn
9788849522440
Collana:

"Territorio, città, fortificazioni"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
2
Formato
21x25
Nr. Pagine
296
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2012
Il volume, partendo dall'analisi dell'articolata fisionomia dei villaggi collinari rimasti fino al Settecento un ambito suburbano rurale e "villeresco" scarsamente edificato, ne indaga l'evoluzione urbana dalla loro genesi in età moderna al crepuscolo anteguerra, attraverso un ricco apparato iconografico e documentario. Sullo sfondo delle tappe significative della storia della città , si delineano l'assetto e i caratteri morfologici distintivi dei quartieri a nord di Napoli, elevati a nuovi centri culturali e residenziali, dove, intorno alle rade ma qualificate emergenze architettoniche originarie, si orientano le scelte della pianificazione, nel passaggio dalla regolarità dei modelli ottocenteschi alla discontinuità delle trame della prima metà del Novecento. Nella scansione tematica del libro ampio spazio è riservato all'analisi delle comunicazioni nell'ambito della rete cinematica cittadina, come pure alla lettura del repertorio edilizio sacro e civile, che accosta alle diversificate espressioni storiciste, l'eterogenea fioritura liberty e gli esiti magniloquenti degli anni di Regime. Nella ricostruzione critica complessiva, l'alterità di questi contesti, derivata dalla loro stessa eccentricità topografica e funzionale, assume il valore di una forza modellatrice determinante, in grado di generare un contesto nuovo, in cui l'immagine monumentale e stratificata della città bassa lascia il posto al carattere iconico e regolato di quella alta, e dove il mito dell'antico dell'una si traduce nello spirito modernista dell'altra.

GLI AUTORI
Francesca Castanò
(Napoli, 1970), ricercatore di Storia dell'Architettura presso la Seconda Università degli studi di Napoli, ha partecipato a convegni nazionali e internazionali con diversi saggi e articoli dedicati a temi napoletani nell'età contemporanea, pubblicandone gli esiti in volumi e riviste specializzate («Palladio», 48, 2011). Con particolare interesse i suoi studi si sono rivolti pure alla storia del patrimonio industriale; campo in cui si orientano sia il suo impegno redazionale per la rivista «Aipai», sia quello universitario indirizzato alle tecniche architettoniche e al design. Nell'attività pubblicistica si distinguono i lavori: La stazione e la direttissima nel primo Novecento (Electa, Milano 2010) e Il foro Gioacchino nel Fondo dei disegni dell'archivio Ersoch (Giannini, Napoli 2012).
Ornella Cirillo (Napoli, 1968), ricercatore di Storia dell'Architettura presso la Seconda Università degli studi di Napoli, ha pubblicato numerosi libri e saggi su temi e protagonisti della scena architettonica napoletana tra barocco e neoclassicismo. La sua attività universitaria, divulgata anche attraverso l'intervento a convegni nazionali e internazionali, si svolge nella stessa direzione, includendo, inoltre, ambiti e opere medievali e rinascimentali, e affiancando alla storia dell'architettura quella della moda. Tra le principali pubblicazioni la monografia Carlo Vanvitelli. Architettura e città nella seconda metà del Settecento (Alinea, Firenze 2008) e il saggio La "grandiosa"stazione della Napoli postunitaria (Electa, Milano 2010).
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved