NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
0506141050.jpg0506141050.jpg
Immagini di Napoli e del regno. Le raccolte di Francesco Cassiano de Silva
SKU: 0506141050
Amirante Giosi
65,00 €

Isbn
8849511922
Formato
20,5x29,7
Nr. Pagine
352
Mese Pubblicazione
Febbraio
Anno Pubblicazione
2006
In questo volume le autrici propongono un approfondimento della figura e dell'opera di Francesco Cassiano de Silva attraverso lo studio critico di inedite raccolte manoscritte. Particolare attenzione è stata dedicata all'analisi dell'Album conservato a Vienna nella Österreichische Nationalbibliothek, nella quale il Cassiano intraprende l'ambizioso programma di illustrare Napoli e l'intero Regno con numerose vedute della capitale e di 175 centri urbani, accompagnate da concise ma efficaci annotazioni. Un quadro ancor più significativo della maturità raggiunta dal de Silva e del rilievo che la sua figura assunse nel panorama degli incisori vedutisti attivi tra XVII e XVIII secolo è stato possibile in virtù del rinvenimento negli archivi europei di altre due raccolte, del tutto inedite, nelle quali, con tavole di indubbia qualità , ricche di significativi dettagli, veniva offerto ai committenti una immagine efficace del Viceregno (Vienna, Kriegsarchiv) e del Regno di Spagna con la sua capitale (Museo Là zaro Galdiano). Lo studio dei disegni e dei testi manoscritti insieme all'analisi delle incisioni più interessanti e innovative utilizzate nelle guide napoletane sin dai primi anni del Settecento, firmate dal de Silva o a lui con certezza ascrivibili, gli ha restituito il merito di aver rinnovato, con mano assai felice, il modo di rappresentare centri abitati e contesti urbani. La sua indubbia abilità nel controllo delle 'prospettive' alla grande e alla piccola scala e la consapevolezza che le sue vedute avevano la stessa capacità dei testi nel veicolare informazioni rendono il suo lavoro innovativo nell'impostazione del rapporto fra testo e figura e lo qualificano per la preziosa testimonianza di specificità urbane e territoriali di numerosi centri abitati, mai prima rappresentati, e di particolari contesti della capitale e dei suoi dintorni così come si presentavano negli anni a cavallo tra Seicento e Settecento.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved