• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
PDFStampaEmail
L’articolo si centra sull’introduzione generale all’ampia e tuttora ragguardevole serie di volumi dedicati all’‘Integration through Law’ (ITL) – serie che ha esercitato un’influenza pervasiva e durevole sugli studi di diritto dell’Unione Europea. L’introduzione essenzialmente affronta il seguente quesito: “come può il diritto contribuire, in un contesto extra-giuridico, alla creazione di una forma pluralista di ‘unione federale’ in Europa”? A distanza di molti anni, la domanda è ancora senza risposta. Il contesto, tuttavia, è drammaticamente mutato. La difficoltà, oggi, è di comprendere come sia possibile perseguire l’obiettivo dell’integrazione in un momento storico di profonda crisi, oltre che di diffusa sfiducia nelle forze positive del diritto. Attraverso l’analisi di contenuti e finalità proprie al progetto ITL, l’articolo mira a stimolare una riflessione sul significato che l’integrazione europea assume alla luce delle condizioni sociali e politiche correnti.

This article examines the general introduction to the vast and still impressive Integration through Law (ITL) series, which has had a powerful impact on the development of EU studies. This introduction deals essentially with the following question: How does law operate in a non-legal context in order to produce a pluralist form of “federal union” in Europe? While the question remains valid, the context, however, has dramatically changed. The difficulty is to find a way to pursue integration in a context not only of a profound and multifaceted crisis, but in an atmosphere of widespread mistrust in the positive force of law. By engaging a discussion with the ITL project, this article aims to prompt a reflection on integration in light of current social and political conditions.
E-Book: Formato PDF Scaricabile

9916179006.pdf
Nr. Pagine
23
Formato
PDF