La Mortgage Credit Directive. Il credito immobiliare ai consumatori, la rilevanza della fase precontrattuale nella valutazione del merito creditizio e l’introduzione dell’eccezione

SKU: 9920299008
Autore:
Iurilli Cristiano
Estratto Rivista

Comparazione e diritto civile 2/2020

Issn
2037-5662
Array
49,99 €

PDFStampaEmail

Il saggio intende approfondire la problematica relativa alla corretta valutazione del merito creditizio nell’ambito della disciplina, di derivazione comunitaria, nota come «Mortgage Credit Directive». Partendo dall’analisi delle principali novità introdotte dalle nuove disposizioni in tema di trasparenza delle relazioni con la clientela, e andando a sottolineare l’importanza di un’applicazione concreta del principio della buona fede, si è inteso approfondire quali possano essere le conseguenze civilistiche della conclusione di un contratto «senza merito», a causa di comportamenti, posti in essere dal mutuante in fase anteriore alla conclusione del contratto, non conformi sia al T.U.B. sia alla disciplina secondaria di Banca d’Italia. Si è così giunti alla ricostruzione di una c.d. «eccezione di non inadempimento », da porsi in relazione ai principi generali in tema di risolubilità del contratto di mutuo, attribuendo efficacia interpretativa alle disposizioni di Banca d’Italia in tema di gestione pro-attiva di eventuali situazioni patologiche di inadempimento o di difficoltà nell’adempimento in capo al consumatore-mutuatario.

This paper intends to delve into the problems regarding the correct assessment of the consumer’s creditworthiness within the scope of the Mortgage Credit Directive. Starting with the analysis of the most relevant innovations set out in the new consumer protection regulation, and focusing on the importance of an effective use of the good faith principle, this work explores the effects of the conclusion of a contract when the creditworthiness is lacking, due to the infringement of conduct rules set out in the consolidated Banking law and the Bank of Italy’s regulation, carried out by the lender before entering into the agreement. Hence, it has been postulated a «non “non-compliance exception”», that interconnects with the general principles regarding the resolvability of a loan agreement, based on the interpretation of the Bank of Italy’s regulation regarding the proactive management of pathologic non compliance situations or temporary problems in repaying the loan on the part of the consumer-borrower.

E-Book: Formato PDF Scaricabile

9920299008.pdf
Nr. Pagine
26
Formato
PDF