• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
PDFStampaEmail

L’articolo pone a confronto alcune sentenze e opinioni dottrinali del 1600 con una recente sentenza del Tar Puglia – Lecce, sez. I, 24 febbraio 2010, n. 662 sull’eguaglianza tra uomo e donna, valuta il modo di ragionare dei giudici su questi casi, ed esamina le regole della logica giuridica (identità, non contraddizione, generalità e specialità, gerarchia e principi) e del sillogismo giuridico. Quest’ ultimo è stato considerato un metodo fallace, perché oggi non vi è una sola legge, ma vi sono più leggi che disciplinano una sola fattispecie, ed il giudice sovente sceglie – ponendola come premessa maggiore del sillogismo – quella norma che è più congeniale alla sua sensibilità. A questi rilievi critici si replica che le regole dalla logica giuridica consentono un “bilanciamento delle norme”, e si può quindi pervenire alla certezza giuridica, anche se – come affermava Aristotele – “nei limiti consentiti alle cose umane”.

This paper compares some doctrinal opinions and judgments of the 17th century with a recent ruling of the Regional Administrative Tribunal (Tar) of Puglia-Lecce, sect. I, February 24, 2010, no. 662, on equality between men and women, and considers the reasoning of the judges on these cases and examines the rules of legal logic (identity, non-contradiction, generality and speciality, hierarchy and principles) and of legal syllogism. The latter has been considered a flawed method, because today there is not just one law, but there are several laws governing one case and the judge often chooses the rule that is more congenial to his sensitivity, making this rule the major premise of the syllogism. Critics will reply that the rules of logic allow for a “balancing of legal rules”, and thus it is possible reach legal certainty, albeit “to the extent permitted to human affairs” – as Aristotle said.

E-Book: Formato PDF Scaricabile

9910473002.pdf
Nr. Pagine
14
Formato
PDF