• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
PDFStampaEmail

L’A. trae spunto dalla decisione n. 13/2013 dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato che afferma l’applicabilità delle disposizioni riguardanti il codice degli appalti alle concessioni di pubblico servizio, pur se non espressamente richiamate dalla normativa di riferimento. Tale estensione permette di riflettere sulla capacità generale dei princípi giuridici di essere applicati alle fattispecie concrete anche in assenza di espliciti rinvii, in considerazione del loro valore immanente nell’ordinamento che sempre più spesso li rende assimilabili alle regole giuridiche. In particolare, nel diritto amministrativo, il principio di imparzialità e di trasparenza sono ritenuti princípi-norma che si applicano automaticamente alle fattispecie, sia pur senza la necessità di un esplicito richiamo; anzi, anche qualora la loro applicabilità sia espressamente esclusa da una disposizione normativa, essi risultano comunque operanti in virtù del principio di proporzionalità, che permette di selezionare, ponderare ed equilibrare interessi e princípi a volte confliggenti.

E-Book: Formato PDF Scaricabile

pdf

9914273004.pdf
Nr. Pagine
23
Formato
PDF