• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata

Sui profili generali dell’esecuzione forzata in forma specifica

SKU: 9919270002
Autore:
Montanari Massimo
Estratto Rivista

Il giusto processo civile 2/2019

Vai alla rivista >>>

Issn
1828-311X
Array
43,99 €

PDFStampaEmail

Il presente lavoro riprende un nodo problematico classico della riflessione in tema di esecuzione forzata in forma specifica, come quello della sussistenza di elementi che consentano di guardare ad essa quale figura dotata di piena autonomia sul piano sistematico e scientifico. Nella disamina di quegli elementi, l’A. si sofferma in modo particolare sul profilo del c.d. valore assoluto del titolo legittimante l’esecuzione, osservando che, ove si accetti questa premessa, merita di essere rivalutato quell’orientamento della Suprema Corte secondo cui le ragioni del terzo detentore del bene oggetto di esecuzione ed estraneo al titolo esecutivo andrebbero affidate all’opposizione di terzo ordinaria ex art. 404, 1° comma, c.p.c., anziché all’opposizione all’esecuzione di cui al successivo art. 615.

This paper comes back on a traditional issue involving the particular execution procedure governed in Titles III and IV of the Italian Code of Civil Procedure: the possibility of considering it as an independent notion. The Author focuses on the jurisprudential rule of the erga omnes efficacy of the order ruled by article 605 and states that, on the basis of this premise, we should re-think about the position of our Supreme Court, who says that the third part, not touched by the order, should enforce his rights with the remedy ruled by art. 404, 1° co., c.p.c. and not with the one ruled by the art. 615.

E-Book: Formato PDF Scaricabile

9919270002.pdf
Nr. Pagine
22
Formato
PDF