• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
PDFStampaEmail

Tanto la giurisprudenza quanto gli studi dottrinali sono costanti nel sostenere che la nullità o altri rimedi (quali, ad esempio, la risoluzione o il recesso dal contratto) non potrebbero essere azionati nell’eventualità in cui si dovesse essere al cospetto della violazione di una regola di condotta inerente alla fase delle trattative negoziali, all’infuori dei casi in cui l’azionabilità di tali rimedi sia espressamente prevista dal legislatore. Ciononostante, il presente contributo, in armonia con una moderna lettura del problema, ha lo scopo di evidenziare l’incoerenza delle prevalenti soluzioni costruite in ordine all’art. 1337 c.c., muovendo dalla ratio del primo comma dell’articolo 1418 del Codice civile italiano.

E-Book: Formato PDF Scaricabile

9915282005.pdf
Nr. Pagine
34
Formato
PDF