• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata

«Manovre speculative su merci» e Covid-19: un’ipotesi di uso strumentale del diritto penale (nota a Trib. Salerno, ord. 2 aprile 2020)

SKU: 9920282009
Autore:
Palmieri Giuseppe Maria
Estratto Rivista

Il Foro napoletano 2/2020
Vai alla Rivista

Array
19,99 €

PDFStampaEmail

Il lavoro ripercorre in maniera critica l’iter argomentativo di una recente decisione del GIP di Salerno. Il caso ha ad oggetto una condotta isolata e dalla esigua portata offensiva – la vendita da parte di un singolo commerciante di circa 240 mascherine protettive facciali – che è stata considerata idonea a determinare il macro evento previsto dal reato di «manovre speculative su merci», ossia l’aggressione all’intangibile bene giuridico della pubblica economia. La decisione, emessa in tempi di emergenza da Covid-19, nella inosservanza di fondamentali princípi costituzionali, rischia di rappresentare una ennesima espressione di uso simbolico e strumentale del diritto penale.

The work analizes critically a criminal law decision ruled by the local judge of Salerno. The case asseses an isolated and minor insulting offence, that is the sale by a single trader of about 240 protective face masks. This conduct has been considered suitable for determining the macro event foreseen by the crime of «speculative maneuvers on goods» (article 501 bis c.p.), which is the offence against the vague legal good of the public economy. The ruling, which has been issued in times of emergency by Covid-19, seems not consistent with some fundamental Italian constitutional principles and it risks to represent another expression of a symbolic and instrumental use of criminal law.

E-Book: Formato PDF Scaricabile

9920282009.pdf
Nr. Pagine
10
Formato
PDF