• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata

Claims made: «vecchie» certezze e nuovi spunti di riflessione

SKU: 9916368008
Autore:
Tortorano Paolo
Estratto Rivista

Le Corti Salernitane 3/2016

Array
33,99 €

PDFStampaEmail

assicurazione contenente le clausole claims made dopo la sentenza della Cassazione, Sezioni Unite, n. 9140 del 4 maggio 2016. Invero, si era sperato in una statuizione della Suprema Corte che potesse in qualche maniera fornire maggiori certezze in una materia che è sempre stata soggetta ad interpretazioni altalenanti da parte della giurisprudenza. Al contrario, la sentenza oggetto di esame, benché proveniente dalle Sezioni Unite, poco aggiunge a quanto statuito con le piú recenti pronunce in materia, ponendosi in linea di continuità e consolidando l’orientamento che ormai può ritenersi prevalente: se è vero che il contratto assicurativo contenente la clausola claims made è un contratto tipico, caratterizzato dalla presenza di un patto atipico, occorrerà compiere uno scrutinio di validità (lasciato alla discrezionalità del giudice di merito), sotto il profilo della meritevolezza della clausola che comporta una deroga al regime legale. La novità nella sentenza esaminata rispetto alle precedenti statuizioni giurisprudenziali in materia concerne, invece, la segnalazione, da parte della Cassazione, dell’evidente incongruenza della previsione di un obbligo per il professionista di assicurarsi, non accompagnata da un corrispondente obbligo a contrarre in capo alle società assicuratrici che, anzi, mantengono inalterato il proprio diritto di recedere liberamente dal contratto che le vincola al professionista.

This comment analyzes the legal issues related to insurance contracts with a claims made clause in, under the spotlight of the judgment published by the court of Cassazione, n. 9140 May the 4th 2016. Indeed, it was waited a decision able to furnish, somehow, a wider degree of certainty in a specific topic, always into the wind of changing interpretation given by the courts. On the contrary, the judgment in comment, even if issued in the plenary session, not so much adds to the debate raised by the more recent sentences, being itself in line of continuity with them and buttressing the prevailing interpretation: if it is true that the insurance contract with the claims made clause is typical, it is otherwise featured by an atypical agreement, so, it will be necessary to scrutinize its validity (with an open discretionary power left to the judge of first instance), under the profile of worthiness of the clause derogating to the general legal regime. The novelty of the sentence lies, if compared to the previous decisions, instead, in the pointing out, by the court of Cassazione, of the inconsistency of the duty to be borne by the professional to be insured, but without the parallel duty to stipulate on the back of the insurance companies that, on the other side, conserve their power of terminating the contract with the professionals, without any burdens.

E-Book: Formato PDF Scaricabile

9916368008.pdf
Nr. Pagine
17
Formato
PDF