• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata

La c.d. run card. Le federazioni tra associazionismo e abuso di posizione dominante

SKU: 9918172003
Autore:
Baratta Tiziana
Estratto Rivista

Rassegna di diritto ed economia dello sport 1/2018

Array
31,99 €

PDFStampaEmail

Il contributo analizza le problematiche giuridiche sottese alla recente introduzione, da parte della Federazione Ciclistica Italiana (FCI), della c.d. tassa sul sudore, vale a dire dell’obbligo, a carico dei ciclisti amatoriali, di corrispondere un contributo per poter partecipare a gare non agonistiche o anche soltanto a percorsi cicloturistici organizzati. L’Autrice, auspicando una riforma della disciplina, si sofferma sulla lettura della regola alla luce della giurisprudenza della Corte costituzionale e sulla posizione dominante assunta dalla Federazione, nell’organizzazione e nella regolamentazione delle attività sportive.

The paper analyzes the legal problems of the recent “sweat fee” introduced by the Italian Cycling Federation (FCI). This provides for the obligation of amateur cyclists to pay a contribution in order to participate in non-competitive races or even only organized cycling routes. The author, hoping for a reform of the discipline, focuses on the reading of the regulation in light of the jurisprudence of the Constitutional Court and highlights the dominant position assumed by the Federation, in the organization and regulation of sporting activities.

E-Book: Formato PDF Scaricabile

9918172003.pdf
Nr. Pagine
16
Formato
PDF