• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
Nessuna immagine impostata
Nessuna immagine impostata

I contratti pendenti tra legge fallimentare e codice della crisi

SKU: 7421141210
Autore:
Preite Filippo
Collana:

"Quaderni della Rassegna di diritto civile" 
Vai alla collana >>>

Array
66,00 €
24h.png

PDFStampaEmail

Il tema degli effetti del fallimento e del concordato preventivo sui contratti pendenti si presenta assai complesso e certamente la sua trattazione offre utili spunti di riflessione sui versanti teorico e operativo. La disciplina, sia nel fallimento, che nel concordato preventivo ha subìto oltretutto nel tempo variazioni significative. La monografia si propone di approfondire le posizioni dottrinarie e giurisprudenziali, anche con riferimento alle regole differenti riferite ai tipi contrattuali, alla luce della nuova disciplina introdotta dal Codice della Crisi: i capitoli primo e terzo sono dedicati allo studio dei contratti pendenti, procedendo attraverso una ricostruzione storica che parte dal Codice di commercio e dalla legge fallimentare illustrando i vari passaggi ed anche le prospettive future. In particolare, i capitoli centrali secondo e terzo trattano del vario atteggiarsi dei contratti pendenti nei casi di fallimento e di concordato preventivo: sospensione, messa in mora, eccezioni alla regola della sospensione, dichiarazione di subentro, dichiarazione di scioglimento, autorizzazione, risoluzione, procedure giudiziarie di vario contenuto. L’ultimo capitolo del volume si occupa dei contratti di durata. L’opera è aggiornata al decreto legge n. 118 del 24 agosto 2021, il quale ha introdotto istituti di grande rilevanza quali la composizione negoziata della crisi e il nuovo concordato liquidatorio semplificato.

L'Autore
Filippo Preite è Avvocato cassazionista. Direttore, Curatore e Autore di numerosi articoli, libri, saggi e trattati nella materia del diritto societario, fallimentare e in materia tributaria. Ha curato Cooperative, Consorzi e Società Consortili, Profili sostanziali, notarili e fiscali, 2 voll., Milano 2019; ha diretto (e curato con C.A. Busi) il Trattato Società di Persone, 2 voll., Torino 2015.

Indice

Prefazione di Oreste Cagnasso

Introduzione di Filippo Preite

Capitolo I
L’evoluzione della legge fallimentare
1. La lacuna del codice di commercio del 1882
2. L’esordio nella legge fallimentare del 1942 di una iniziale disciplina organica
3. La legge delega n. 80/2005
4. La Riforma organica della legge fallimentare del 2006
5. Il decreto correttivo n. 169 del 2007

Capitolo II
I contratti pendenti. I rapporti giuridici preesistenti nella legge fallimentare
1. La sorte dei rapporti giuridici pendenti nel fallimento
2. Eccezioni alla regola generale prevista nell’art. 72 l.f.
2.1. I contratti ad effetti reali
2.1.1. Trasferibilità dei contratti ad effetti reali
2.2. Il contratto preliminare
2.2.1. Effetti del fallimento sul contratto preliminare
2.3. I contratti relativi ad immobili da costruire
2.4. I finanziamenti destinati ad uno specifico affare
2.5. Il leasing, locazione finanziaria
2.6. La vendita con riserva di proprietà
2.7. I contratti ad esecuzione continuata o periodica
2.8. La restituzione di cose non pagate
2.9. Il contratto di borsa a termine
2.10. L’associazione in partecipazione
2.11. Il conto corrente, il mandato e la commissione
2.12. Il contratto di affitto di azienda p.
2.13. Il contratto di locazione di immobili
2.14. Il contratto di appalto
2.15. Il contratto di assicurazione
2.16. Il contratto di edizione
3. La sospensione dell’esecuzione del contratto nella disciplina dei rapporti giuridici pendenti
4. La messa in mora del curatore
5. L’autorizzazione del comitato dei creditori
6. L’autorizzazione al subentro o allo scioglimento del contratto
6.1. I «contratti in corso di esecuzione» ed i «contratti pendenti»
7. La dichiarazione di subentro nel contratto: gli effetti
8. Il subingresso nel contratto e limiti alla facoltà del curatore: le clausole incompatibili con la procedura fallimentare
9. Richiesta di nuove garanzie da parte del contraente in bonis
10. Lo scioglimento del rapporto: natura della dichiarazione di scioglimento
10.1. Segue: contratti ad esecuzione istantanea
10.2. Segue: contratti di durata o ad esecuzione continuata o periodica
10.3. Segue: risarcimento del danno in seguito allo scioglimento del contratto
11. Ammissibilità ed efficacia nei confronti della massa della risoluzione del contratto ai sensi dell’art. 1453 c.c.
12. Il momento di presentazione della domanda
13. L’intervento della controparte contrattuale
14. La decorrenza degli effetti dell’autorizzazione
15. La prededucibilità dei crediti
16. Azione di risoluzione proposta prima del fallimento
17. Risoluzione non giudiziale
18. I contratti pendenti nell’esercizio provvisorio dell’impresa del fallito
19. La regola della prosecuzione dei contratti pendenti in caso di esercizio provvisorio
20. Scioglimento o sospensione dei

Capitolo III
I contratti pendenti nel concordato preventivo
1. La sorte dei contratti giuridici pendenti nel concordato preventivo
2. La regola generale della prosecuzione automatica dei contratti in corso e relativi effetti
3. I Contratti in corso di esecuzione e I contratti pendenti
4. Il principio di inesigibilità delle prestazioni rimaste ancora ineseguite
4.1. Il concordato con continuità aziendale
5. La tutela del contraente in bonis
6. Il procedimento: L’istanza di scioglimento e sospensione
7. L’art. 169 l.f. e il c.d. concordato in bianco
8. Il contenuto della domanda di scioglimento o di sospensione
9. Il contraddittorio con il contraente in bonis
10. Gli effetti dello Scioglimento e sua natura giuridica
10.1. Lo Scioglimento di una singola clausola contrattuale
11. La sospensione
12. I contratti bancari
13. I contratti di leasing
14. Il factoring
15. La vendita
16. La somministrazione
17. L’affitto di azienda
18. L’arbitrato

Capitolo IV
Il codice della crisi d’impresa e i contratti pendenti
1. Il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza
2. Decreto legislativo recante disposizioni integrative e correttive
3. Enti pubblici esclusi
4. Definizione della «crisi» e «indici della crisi»
5. Insolvenza, indicatori e indici di allerta
6. Obblighi di segnalazione
7. I creditori pubblici qualificati e l’importo rilevante dei debiti
8. Le procedure di regolazione della crisi o dell’insolvenza
9. La composizione assistita della crisi
10. Le misure protettive e le misure premiali
11. Accordi di ristrutturazione dei debiti
12. Il concordato in continuità aziendale
13. Il concordato liquidatorio nel Codice della crisi
14. L’affitto di azienda e la disciplina del nuovo Codice
15. I Rapporti di lavoro pendenti
16. La sospensione dei contratti bancari nel concordato in bianco
17. I contratti di carattere personale: l’art. 175 del Codice della crisi e la sua collocazione sistematica
18. I contratti di carattere personale e la disciplina del trasferimento dell’azienda
18.1 L’adempimento da parte del terzo
19. I contratti di distribuzione
20. D.l. 118/2021: nuove misure sulla crisi d’impresa

Capitolo V
I contratti di durata in generale
1. Exursus storico degli studi dottrinari dedicati al contratto di durata
2. I rapporti di durata in generale
3. Unità o pluralità di obbligazioni
4. I rapporti di durata che sorgono dai contratti non qualificabili di durata
5. I rapporti di durata che sorgono dai contratti di durata
6. I rapporti di durata e i contratti di credito
7. Il contratto ad esecuzione continuata o periodica
8. Locazione, comodato e anticresi
9. Mutuo e contratti di credito
10. Art. 74 l.f.: confronto con l’art. 179 del Codice della crisi