Le opere "orfane" nel diritto d'autore italo-europeo
SKU: 7421119210
Battiloro Vincenzo
24,00 €

Isbn
9788849546743
Collana:

"Quaderni della Rassegna di diritto civile" 
Vai alla collana >>>

Formato
17x24
Nr. Pagine
174
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2021

LʼAutore affronta il tema dellʼinquadramento giuridico nella trama normativa autoriale italo-europea delle opere orfane – ossia di quelle opere ancóra protette dal diritto dʼautore o da taluni diritti connessi nelle quali, però, il titolare dei relativi diritti (o i suoi eredi) non è individuato o, se individuato, non è rintracciato – in rapporto allʼimperante esigenza di digitalizzazione di dette opere. Nella prima parte dello studio viene anzitutto ricostruito il problema della loro esistenza attraverso il preliminare riferimento allo statuto normativo del diritto dʼautore, i caratteri del quale si riverberano specularmente sulla tematica in questione. Dallʼesame del suddetto statuto, infatti, emerge lʼimportanza della cosiddetta prospettiva relazionale intercorrente fra il titolare del diritto autoriale (e dei diritti ad esso connessi) e lʼopera e/o la prestazione realizzata; relazione negativamente incisa proprio dal fenomeno delle opere dellʼingegno e dei prodotti culturali privi di un cosiddetto «referente soggettivo». Lo scritto procede, quindi, ad individuare il particolare fondamento del diritto dʼautore – distinguendolo da quello proprio di taluni istituti del diritto industriale –, evidenziando come esso si rifletta coerentemente sulla collocazione sistematica delle norme, europee (ed italiane di attuazione), di nuova introduzione, disciplinanti le opere orfane. Viene conseguentemente evidenziata la ratio della novella normativa, consistente in ultima analisi nella necessità di eliminare gli ostacoli, anche giuridici, che si frappongono al progresso culturale della collettività e della persona umana. Successivamente, nella seconda parte del lavoro, lʼAutore procede: alla qualificazione, metagiuridica e giuridica, delle opere orfane; allʼesame del quadro culturale e normativo europeo anteriore e propedeutico alla direttiva UE n. 28/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 ottobre 2012 «su taluni utilizzi consentiti di opere orfane»; allʼanalisi di questʼultima normativa unionale, nonché di quella italiana. Vengono, infine, effettuate delle osservazioni sulla soluzione giuridica, europea e nazionale, al problema delle opere orfane, evidenziando come si tratti nel complesso di un intervento normativo incompiuto e svolgendo, dunque, delle riflessioni per tentare un superamento ermeneutico in chiave assiologica delle segnalate criticità.

L'Autore
Vincenzo Battiloro, avvocato e dottore di ricerca in Diritto privato – Proprietà intellettuale e Concorrenza presso lʼUniversità degli Studi di Pavia, professore a contratto di Diritto commerciale presso lʼUniversità Lumsa, sede di Palermo, è autore di pubblicazioni in materia di Diritto societario, Diritto della crisi di impresa, Diritto della proprietà intellettuale e Diritto della concorrenza sleale.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy