• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
Nessuna immagine impostata
Nessuna immagine impostata

I coobbligati nel concordato preventivo

SKU: 7221136210
Autore:
Ranucci Roberto
Collana:

"Diritto delle Imprese e dei Mercati" 
Vai alla collana >>>

Array
28,00 €
24h.png

PDFStampaEmail

Il lavoro si propone di approfondire il fenomeno della coobbligazione nel concordato preventivo, analizzando la disciplina concorsuale e civilistica e ricercando un punto di equilibrio tra gli interessi tutelati dalla solidarietà passiva nel diritto privato comune e quelli sottesi alle regole del concorso che governano la procedura concordataria.

L'Autore
Roberto Ranucci è ricercatore di diritto commerciale presso l’Universitas Mercatorum

Indice

Capitolo I

Il “problema” della coobbligazione nel concordato preventivo
1. La coobbligazione nelle procedure concorsuali
2. Riaffermazione della funzione della solidarietà nel concordato preventivo
3. Gli effetti della coobbligazione nel concordato preventivo: lo spostamento del peso economico sul coobbligato non in crisi
4. L’impostazione “fallimentare” della coobbligazione nel concordato preventivo
5. Cenni comparatistici: la coobbligazione nella Ley concursal
6. (segue) nell’Insolvenzordnung
7. (segue) nel chapter 11 (e l’estensione dell’automatic stay al coobbligato)
8. La ridefinizione (interpretativa) della disciplina e del ruolo del coobbligato nel concordato riformato

Capitolo II

La coobbligazione, il regresso e la surrogazione
1. L’obbligazione soggettivamente complessa
2. Gli interessi dei coobbligati e la funzione della solidarietà
3. Gli elementi costitutivi dell’obbligazione solidale
4. La fideiussione come obbligazione solidale e personale
5. Accessorietà della fideiussione e contenuto dell’obbligazione fideiussoria
6. La causa della fideiussione: la causa cavendi
7. La fideiussione per obbligazioni infungibili
8. Le figure affini alla fideiussione: il contratto autonomo di garanzia
9. Fideiussione e garanzia reali: differenze (cenni)
10. L’obbligato in via di regresso come obbligato solidale
11. Conclusioni: il termine coobbligato come idoneo a ricomprendere tutte le ipotesi di obbligazioni soggettivamente complesse indicate nell’art. 184 l.f.
12. L’azione e il diritto di regresso
13. Il pagamento con surrogazione
14. Surrogazione e regresso del solvens: l’adempimento quale momento di nascita del diritto di regresso

Capitolo III

Gli effetti del concordato preventivo per i creditori
1. Gli effetti del concordato per i creditori: evoluzione normativa
2. Delimitazione soggettiva degli effetti del concordato preventivo: i creditori anteriori
3. Gli effetti per i creditori nel concordato abrogato
4. Gli effetti per i creditori nel concordato riformato
5. L’effetto per l’imprenditore nel concordato pre-riforma: la liberazione dei debiti residui
6. (segue) e post-riforma
7. Differenza tra liberazione concordataria e fallimentare: precisazione sull’utilizzo del termine esdebitazione
8. Gli effetti dell’omologazione del concordato preventivo per i coobbligati
9. La deroga concorsuale ai principi della solidarietà passiva
10. Riaffermazione della solidarietà nel concordato preventivo
11. Ricostruzioni sulla natura dell’esdebitazione concordataria
12. Ipotesi ricostruttiva degli effetti prodotti dal concordato preventivo: la novazione
13. Limiti alla ricostruzione degli effetti del concordato come novazione dell’obbligazione
14. Il socio illimitatamente responsabile ai sensi dell’art. 184, comma 2, l.f.
15. Definizione degli effetti esdebitatori dei soci illimitatamente responsabili16. La disciplina della coobbligazione nel fallimento
17. La declinazione delle disposizioni fallimentari in tema di coobbligazione nel concordato preventivo: la data di presentazione della domanda di concordato
18. Segue: la formazione del passivo
19. Segue: sull’applicabilità dell’art. 63 l.f. al concordato preventivo

Capitolo IV

La coobbligazione nel concordato preventivo tra diritto della crisi di impresa e diritto comune
1. Introduzione al piano di lavoro
2. La neutralità della coobbligazione
3. Il concordato preventivo come luogo della composizione del contrasto tra creditori e debitore
4. I coobbligati quali debitori del concordato
5. I coobbligati come portatori di interessi qualificati
6. Il rapporto tra solvens e imprenditore proponente (prima dell’adempimento)
7. Adempimento dell’obbligazione solidale e nascita del diritto di credito
8. Il diritto del creditore “comune” di agire nei confronti dei coobbligati
9. La concorrenza del diritto di regresso e di surroga (nel diritto comune)
10. Sulla tesi dell’anteriorità del diritto del solvens rispetto al concordato preventivo
11. Il diritto di surroga come unico esperibile in sede concorsuale da parte del cobbligato solvens
12. Sulle conseguenze della surroga del coobbligato solvens
13. Sulla natura dell’obbligazione falcidiata
14. Valorizzazione del dato economico della coobbligazione nei rapporti interni
15. Delimitazione dell’ambito operativo e affermazione della posteriorità del diritto di regresso del solvens
16. I creditori successivi alla domanda di concordato preventivo
17. Validazione dell’ipotesi che riconosce il diritto di regresso al coobbligato solvens18. L’adempimento del coobbligato solvens come finanza nuova “vincolata”
19. Conclusioni: la coerenza della disciplina della coobbligazione rispetto al concordato preventivo e l’inderogabilità dell’art. 184, comma 1, l.f.
20. (segue) la posizione del creditore “comune” come non giuridicamente rilevante ai fini del concorso
21. Riaffermazione dell’inderogabilità dell’art. 184 l.f.

Capitolo V

I coobbligati nel concordato preventivo: alcune ipotesi ricostruttive
1. Definizione delle fattispecie
2. La collocazione del diritto di surroga e di regresso e conseguenze sul diritto di voto del coobbligato solvens prima dell’inizio della procedura ovvero dell’adunanza dei creditori
3. Tesi sull’attribuzione del diritto di voto al coobbligato non solvens
4. Superamento delle tesi che attribuiscono il diritto di voto al coobbligato non adempiente
5. La classe obbligatoria dei creditori titolari di garanzie prestate da terzi
6. Sulla legittimità della previsione di una classe dei creditori titolari di garanzie prestate da terzi a soddisfazione nulla
7. Criticità rispetto alla previsione della classe dei creditori titolari di garanzie prestate da terzi a soddisfazione nulla, diritto di opposizione del coobbligato e conferma della tesi del coobbligato  quale soggetto apportatore di finanza
8. Soddisfazione del creditore diversa dal denaro e sorte della fideiussione. Inammissibilità della proposta concordataria che comporti l’estinzione della fideiussione a seguito della novazione con prestazione infungibile
9. La scissione nell’ambito del concordato preventivo e la responsabilità da scissione
10. Rapporti tra responsabilità solidale da scissione e art.184 l.f.: collocazione temporale della nascita dell’obbligazione
11. L’operatività dell’art. 2506 quater c.c. nel concordato preventivo
12. La garanzia prestata dal socio illimitatamente responsabile: critica all’applicazione dell’effetto esdebitatorio ex art. 184, comma 2, l.f.

Bibliografia

Giurisprudenza

Isbn
9788849546941
Nr. Volume
1
Formato
17x24
Nr. Pagine
216
Mese Pubblicazione
Settembre
Anno Pubblicazione
2021