• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
Nessuna immagine impostata
Nessuna immagine impostata

Le politiche di gestione del rischio

SKU: 7221069210
Autore:
Galletti Danilo
Collana:

"Quaderni della Rivista di Diritto dell'Impresa" 
Vai alla collana >>>

Array
36,00 €
24h.png

PDFStampaEmail

Il volume prende in esame le regole giuridiche che debbono presiedere allʼadozione delle decisioni relative allʼimpresa, in particolare quanto alla gestione del rischio. Per rischio deve intendersi quello operativo in senso lato, con specifico riferimento tuttavia al rischio di perdere lʼequilibrio finanziario ed economico, e di cadere in stato di crisi e di insolvenza. Tale problematica è declinata prima in generale, avendo riguardo alla gestione dellʼimpresa nel senso più ampio, ed a prescindere dal fenomeno della crisi; ed in seguito rispetto alla tematica della prevenzione della crisi, e dunque all ʼadozione dei presidi anche organizzativi che possono consentire di evitare lʼinsorgere stesso della crisi. Viene quindi esaminato il profilo della gestione del rischio rispetto alle decisioni che individuano il modo più acconcio per regolare la crisi già insorta, con specifico riferimento alla scelta del rimedio regolatorio, ed alla considerazione a tal fine dei vari interessi che debbono entrare in gioco, nonché alla tutela che lʼordinamento assicura loro, in queste fasi peculiari della vita dellʼimpresa. Infine viene trattata la specifica disciplina chiamata ad allocare le perdite cagionate dallʼinsorgere della crisi, se non prevenuta né tempestivamente regolata, in modo particolare attraverso la liquidazione del danno nellʼambito dei processi avente ad oggetto le responsabilità conseguenti ai comportamenti disfunzionali.

L'Autore
Danilo Galletti, già magistrato con funzioni di Giudice civile, è oggi Ordinario di diritto commerciale presso lʼUniversità degli Studi di Trento, Facoltà di Giurisprudenza. Autore di svariate pubblicazioni, in forma di monografia e di saggio, nelle materie del diritto societario, concorsuale e commerciale in generale. Avvocato del Foro di Bologna.

Indice

Capitolo I
Il rischio e la sua gestione nell’amministrazione dell’impresa
1. Premessa introduttiva
2. L’impresa come strumento organizzato di gestione del rischio
3. Segue: l’assunzione e la pianificazione del rischio
4. Segue: il rischio «consentito»
5. Assetti organizzativi, piani strategici e business judgement rule

Capitolo II
Le politiche di gestione del rischio di crisi
1. Premessa
2. I nuclei aggregatori della Riforma in subiecta materia
2.1. Segue: la nuova concezione di «crisi»
2.2. L’obbligo di mantenere l’equilibrio economico– finanziario
2.3. L’obbligo di prevenire e di rilevare la perdita della continuità aziendale
2.4. Gli assetti organizzativi adeguati in materia di crisi
3. Il comportamento alternativo corretto: l’obbligo di agire in discontinuità rispetto al passato
3.1. Segue: gestione della crisi e interessi tutelati
3.2. Segue: prevenzione della crisi e business judgement rule
3.3. Segue: individuazione della condotta alternativa corretta
3.4. La prevenzione e la gestione della crisi nel gruppo di società
3.5. La gestione della crisi nell’epoca del CoVid

Capitolo III
Le politiche di gestione del rischio di regolazione della crisi
1. Premessa
2. Il socio nella crisi: proprietario o finanziatore?
3. Segue: la negoziazione «privata» dei diritti di controllo nella regolazione della crisi
4. Interesse sociale ed interesse dei creditori: neoistituzionalismo o  istituzionalismo «debole»?
5. La «espropriazione» del socio nella crisi
6. L’arbitraggio degli amministratori fra soluzioni regolatorie alternative
7. Segue: oltre la sfera del socio; una soluzione regolatoria multistakeholder?
8. Oltre la regolazione: l’implementazione del piano nella società «ristrutturata»; quasi una postilla

Capitolo IV
Le conseguenze della gestione inadeguata del rischio: la liquidazione del danno
1. Premessa
2. La liquidazione del danno da erronea gestione della crisi
3. Il criterio legale: funzione ed applicazione
4. Il criterio «residuale» della differenza fra attivo e passivo
5. L’applicabilità della norma rispetto a soggetti ed a violazioni di obblighi differenti da quelli tipici
6. Segue: il danno liquidabile nelle soluzioni regolatorie «con continuità»
7. L’applicabilità alle fattispecie già sorte ed ai processi in corso

Bibliografia

Isbn
9788849546101
Nr. Volume
31
Formato
17x24
Nr. Pagine
268
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2021