• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
Nessuna immagine impostata
Nessuna immagine impostata

Profilazione e pubblicità targettizzata online. Real-Time Bidding e behavioural advertising

SKU: 7221132210
Autore:
D’Ippolito Guido
Collana:

"Quaderni della Rivista di Diritto dell'Impresa" 
Vai alla collana >>>

Array
37,00 €
24h.png

PDFStampaEmail

Il volume si concentra sullʼanalisi giuridica, dal punto di vista della disciplina in materia di protezione dei dati personali, dei sistemi di pubblicità on line interamente automatizzati e, nello specifico, quelli basati su profilazione degli utenti. Lʼopera è quindi diretta ad esaminare la normativa che regolamenta la pubblicità personalizzata (o «targettizzata»), ossia lʼinvio di un messaggio pubblicitario o proposta commerciale ritagliata su misura dellʼutente destinatario, del quale ne rispecchierà i gusti e le preferenze al fine di essere di suo interesse e catturarne lʼattenzione. Partendo da una ricostruzione della disciplina contenuta nel Regolamento UE 2016/679 (GDPR) con riguardo alla profilazione e ai trattamenti automatizzati (art. 22 GDPR), si individueranno (almeno) tre «statuti» della profilazione. Seguirà lʼemersione del «profilo» dellʼinteressato o utente quale bene giuridico tutelato e, allo stesso tempo, risorsa importante per i modelli di business delle piattaforme digitali. Si potrà così proseguire con lʼesame della normativa che disciplina la pubblicità on line, allargando lo sguardo ad altre normative come la Direttiva 2002/58/CE (Direttiva e-privacy) per focalizzarsi, nel dettaglio, su due forme di pubblicità automatizzata (programmatic advertising) e basata su profilazione: il sistema di aste automatizzate del Real-Time Bidding e la pubblicità comportamentale (behavioural advertising), ossia quel sistema pubblicitario basato su un intenso monitoraggio o pervasivo tracciamento dellʼattività dellʼutente on line. Di tali sistemi si valuteranno opportunità e rischi per concludere individuando la disciplina della pubblicità personalizzata o targettizzata e prospettando la necessità che questa venga espressa allʼinterno di un codice di condotta ex artt. 40 e ss. del GDPR.

L'Autore
Guido DʼIppolito si è laureato, con lode, in giurisprudenza presso lʼUniversità LUISS Guido Carli di Roma ed ha conseguito lʼabilitazione allʼesercizio della professione forense. È funzionario giuridico presso il Garante per la protezione dei dati personali e dottore di ricerca in «Mercato, impresa e consumatori» presso lʼUniversità degli Studi Roma Tre, dove è cultore della materia di diritto dellʼeconomia e diritto privato. Docente in Master, Cliniche Legali e Corsi di specializzazione, è componente di progetti di ricerca italiani e europei. In qualità di professore a contratto, insegna «Diritto della comunicazione e del commercio digitale» presso lʼUniversità degli Studi Internazionali di Roma – UNINT. Ha pubblicato saggi e studi in materia di privacy, contratti, tutela della persona e diritto dʼautore, nonché co-curatore del volume «Accesso a Internet e neutralità della rete fra principi costituzionali e regole europee».

Indice

Capitolo I
La profilazione quale trattamento automatizzato
1. Il concetto di profilazione
1.1. Questioni giuridico-economiche connesse alla profilazione: i vantaggi
1.2. I rischi
2. Il trattamento automatizzato: luci ed ombre
3. La normativa a tutela dei dati personali come strumento di minimizzazione dei rischi connessi agli algoritmi predittivi
4. Evoluzione normativa
4.1. I provvedimenti del Garante in materia di profilazione prima del Regolamento UE 2016/679
5. Profilazione e processo decisionale automatizzato nel Regolamento 2016/679
5.1. Classificazione, profilazione e trattamenti automatizzati
5.2. Conoscenza e previsione
5.3. Decisioni basate “unicamente” sul trattamento automatizzato
6. Profilazione ed evoluzione tecnologica

Capitolo II
Dall’identità al profilo, dalla “targettizzazione” al marketing sulle piattaforme digitali
1. Identità e “profilo”
2. Targettizzazione sulle piattaforme digitali
3. La disciplina del marketing nell’evoluzione tecnologica
3.1. Il fondamento di liceità del marketing
3.2. Cookie, pubblicità e legittimo interesse
4. L’utilizzo dei marcatori: i cookie

Capitolo III
La pubblicità on line: Real-Time Bidding e behavioural advertising
1. La pubblicità on line e il programmatic advertising
2. Il Real-Time Bidding
3. La pubblicità comportamentale o on line behavioural advertising
4. Questioni concernenti la protezione dei dati personali riferite al Real-Time bidding
4.1. Titolarità del trattamento e obblighi informativi
4.2. Fondamento di liceità del trattamento
4.3. Sull’applicabilità dell’art. 22 del Regolamento al RTB
4.4. Ulteriori tutele
5. Questioni concernenti la protezione dei dati personali riferite all’on line behavioural advertising
5.1. Trasparenza e obblighi informativi
5.2. Fondamento di liceità del trattamento e profili residuali
5.3. Sull’applicabilità dell’art. 22 del Regolamento alla pubblicità comportamentale
6. Pubblicità politica, propaganda e sponsorizzazioni

Capitolo IV
La disciplina della pubblicità targettizzata
1. Il Regolamento 2016/679 alla prova della pubblicità personalizzata
2. La disciplina della pubblicità on line e personalizzata
3. Il trattamento per finalità di marketing targettizzato
4. I codici di condotta come “normativa parallela” della pubblicità targettizzata

Conclusioni

Bibliografia

Isbn
9788849546897
Nr. Volume
33
Formato
17X24
Nr. Pagine
280
Mese Pubblicazione
Novembre
Anno Pubblicazione
2021