• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
Nessuna immagine impostata
Nessuna immagine impostata

Il sequestro preventivo penale tra principi costituzionali e vincoli sovranazionali

SKU: 8820102200
Autore:
Guido Elisabetta
Collana:

"Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università di Verona" 
Vai alla collana >>>

Array
44,00 €
24h.png

PDFStampaEmail

Il sequestro preventivo penale tra principi costituzionali e vincoli sovranazionali

Indice

Parte I
IL QUADRO DEI PRINCIPI
Capitolo Unico – Sequestro preventivo e fonti sovraordinate
1. Sequestro preventivo e processo penale
2. Le fonti sovraordinate. a) La Costituzione
2.1. I diritti limitati
2.2. I principi applicabili
2.3. Segue. Cautela reale preventiva e i canoni del giusto processo
2.4. Segue. Contraddittorio
2.5. Segue. Il diritto di difesa
3. b) La Convenzione europea dei diritti dell’uomo
3.1. Legalità e proporzionalità
3.2. Garanzie procedurali
4. c) Il diritto dell’Unione europea
5. Notazioni conclusive

Parte II
LE SOLUZIONI NORMATIVE
Capitolo Primo – Il principio di proporzionalità nella disciplina del sequestro preventivo
Sezione I – Applicazione della misura
1. La funzione garantistica del fumus commissi delicti
2. Il sequestro funzionale alla confisca per equivalente: divieto di eccedenza
3. Segue. Applicazione del principio solidaristico
4. Segue. Quantum sequestrabile in caso di sequestro a fini di confisca allargata
5. Il sequestro delle «cose pertinenti al reato»: il terzo, l’azienda e il denaro
6. Il periculum in mora: valutazione e obblighi motivazionali
7. L’amministrazione dei beni in sequestro: il punto di fuga verso cui convergono esigenze di difesa sociale e tutela dei valori dell’impresa

Sezione II – Revoca e impugnazioni
1. Revoca: principio e deroghe
2. La revoca parziale. Il caso della rateizzazione del debito tributario
3. Revoca e riesame. Sulla questione del «giudicato cautelare»
4. Riesame. Sul giudizio di equivalenza tra il valore dei beni sequestrati e l’entità del profitto
5. Il difetto di proporzionalità quale vizio deducibile in cassazione

Capitolo II – Il diritto di difesa nei procedimenti di sequestro preventivo
Sezione I – Fase applicativa
1. Verso una «riabilitazione» dei diritti difensivi in tema di misure cautelari reali
2. Fumus commissi delicti e diritto di difesa: le indicazioni dai giudici della Consulta
3. Segue. Riverberi nella giurisprudenza di legittimità
4. Il nesso di pertinenzialità nel sequestro delle «cose pertinenti al reato»
5. L’assistenza difensiva nel sequestro d’urgenza degli ufficiali di polizia giudiziaria
6. Il decreto di sequestro: a) contenuti
7. Segue. b) Valutazione. A proposito dei meccanismi presuntivi nei reati tributari e nel sequestro funzionale alla confisca dei beni del terzo
8. Segue. c) Traduzione
9. I rapporti tra sequestro preventivo e l’informazione di garanzia e sul diritto di difesa
10. La tutela dei terzi

Sezione II – I controlli
1. Autonomia o sostanziale omogeneità
2. Il diritto d’impugnazione: a) Dell’imputato e del suo difensore
3. Segue. b) Del terzo
4. Segue. c) Del difensore del terzo
5. Segue. d) Del curatore fallimentare
6. Segue. e) Della persona offesa dal reato
7. Riesame: luogo di presentazione della richiesta e decorrenza del termine per l’impugnazione
8. Segue. Il termine di trasmissione degli atti al Tribunale
9. Segue. L’udienza di riesame: garanzia del contraddittorio e produzione probatoria
10. Segue. Epiloghi decisori e mutatio del titolo cautelare
11. Appello e diritto di difesa
12. Segue. Motivi e termini
13. Ricorso per cassazione: note ricognitive
14. Segue. Ricadute sul ruolo dell’imputato
15. Segue. Modulo partecipativo

Isbn
9788849542967
Nr. Volume
18
Formato
17x24
Nr. Pagine
X+314
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
2020