• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
8818026180

La tutela cautelare anticipatoria

SKU: 8818026180
Autore:
Damiani Francesco Saverio
Collana:
"Biblioteca di Diritto Processuale"
Vai alla collana >>>
Array
45,00 €
24h.png

PDFStampaEmail
La tutela cautelare ricopre un ruolo centrale nell’ordinamento, atteso che è funzionale a garantire l’effettività della tutela giurisdizionale, scongiurando i danni che deriverebbero ai diritti delle parti sia dalla semplice permanenza della loro insoddisfazione nel tempo fisiologico del processo ordinario, sia dal sopravvenire di fatti che potrebbero pregiudicarli o renderne più gravosa l’attuazione pratica. Dopo l’entrata in vigore del codice del ’40, il ricorso alla tutela cautelare è divenuto sempre più frequente, soprattutto per via del progressivo e costante allungamento dei tempi per ottenere giustizia attraverso il processo ordinario. Tra il 2003 e il 2005, il legislatore, proprio per alleggerire i ruoli dei magistrati e rendere più rapida la definizione delle controversie, ha modificato, in chiave deflativa, la disciplina dei provvedimenti cautelari, prevedendo che taluni di essi, tra i quali quelli idonei ad anticipare gli effetti della decisione, conservino la loro efficacia a prescindere dalla instaurazione o dalla coltivazione del giudizio di merito. Sta di fatto che, a fronte di tali modifiche, le garanzie e i rimedi previsti dal procedimento cautelare uniforme sono rimasti invariati, il che impone di verificare se l’attuale disciplina dei provvedimenti cautelari c.d. anticipatori assicuri il necessario equilibrio tra efficienza e garanzie che deve connotare anche il giusto processo cautelare.

L'AUTORE
Francesco Saverio Damiani è ricercatore presso l’Università degli Studi del Sannio, ove insegna Diritto processuale civile. Ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale per la qualifica di professore associato in Diritto processuale civile. È già conosciuto al pubblico per l’ampia monografia su Il procedimento camerale in Cassazione, nonché per i numerosi saggi pubblicati su Il foro italiano e su Il giusto processo civile, rivista di cui è anche coordinatore del comitato editoriale.
Indice
Capitolo primo
Note introduttive
1. Procedimenti cautelari ed effettività della tutela giurisdizionale
2. La crisi del processo ordinario e la centralità della tutela cautelare
3. La tutela cautelare anticipatoria tra efficienza e garanzie
Capitolo secondo
La tutela cautelare nell’ordinamento italiano dal codice del 1865 al codice del 1940
1. Premessa
2. Il dibattito intorno all’autonomia della tutela cautelare nell’ordinamento italiano
3. I caratteri distintivi della tutela cautelare, le prime classificazioni e la teoria che vede nell’anticipazione degli effetti del provvedimento c.d. principale l’elemento caratterizzante i provvedimenti cautelari
4. Il procedimento cautelare nel codice del 1865
5. La sistemazione della tutela cautelare nei progetti di riforma del c.p.c.
6. I provvedimenti cautelari nel codice del 1940
7. Segue: la disorganica disciplina sul procedimento
Capitolo terzo
Tutela cautelare e tecnica della anticipazione nel vigore del codice del ’40
SEZIONE PRIMA
Il consolidamento dell’autonomia concettuale e strutturale della tutela cautelare
1. I dubbi intorno alla natura amministrativa o giurisdizionale della tutela cautelare
2. Le caratteristiche comuni dei provvedimenti cautelari: la provvisorietà
3. Segue: la strumentalità
4. Le condizioni dell’azione cautelare: il fumus boni iuris
5. Segue: il periculum in mora
6. La rilevanza costituzionale della tutela cautelare
7. La riforma del 1990 e l’introduzione del procedimento cautelare uniforme
8. L’ambito di applicazione del procedimento cautelare uniforme
9. Segue: il problema della distinzione tra i provvedimenti cautelari e i provvedimenti sommari non cautelari
SEZIONE SECONDA
L’evoluzione degli studi intorno al fenomeno dell’anticipazione fino agli anni Novanta
10. Premessa
11. Anticipazione e cautela dal codice del 1865 a quello del 1940
12. Segue: la rilevanza dei provvedimenti di urgenza nell’evoluzione degli studi intorno alla tecnica dell’anticipazione
13. La natura cautelare e anticipatoria dei provvedimenti d’urgenza e il progressivo incremento dei provvedimenti sommari anticipatori della decisione di merito
14. L’anticipazione intesa come caratteristica generica di provvedimenti sommari eterogenei
15. L’anticipazione intesa come fenomeno che opera in maniera differenziata nei provvedimenti cautelari e nei provvedimenti sommari non cautelari
16. L’anticipazione intesa in senso tecnico e la sua compatibilità con la tutela cautelare
17. L’anticipazione intesa come fenomeno tipico dell’autonoma categoria della tutela anticipatoria e incompatibile con la tutela cautelare
18. L’anticipazione intesa in senso tecnico, la tutela anticipatoria in senso proprio e la natura atecnica dell’anticipazione nella tutela cautelare
19. Transizione
SEZIONE TERZA
Le riforme degli anni Duemila e l’autonomia funzionale e strutturale della tutela cautelare anticipatoria
20. Premessa: la distinzione tra tutela cautelare anticipatoria e conservativa come questione teorica priva di rilievo pratico
21. La riforma del processo societario del 2003, il differenziato regime di stabilità dei provvedimenti cautelari idonei ad anticipare gli effetti della decisione di merito e la pratica rilevanza della distinzione tra i provvedimenti cautelari anticipatori e conservativ