• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
Nessuna immagine impostata
Nessuna immagine impostata

Teoria e prassi dell'esperienza giuridica

SKU: 8621197200
Autore:
Scerbo Alberto
Collana:

"Univ. degli Studi «Magna Graecia» di Catanzaro - Coll. del Dip. di Giurisprudenza Economia e Sociologia" 
Vai alla collana >>>

Array
40,00 €
24h.png

PDFStampaEmail

A dieci anni dalla sua scomparsa Francesco Gentile è stato ricordato nel corso di un seminario di studi che ha visto riuniti allievi e studiosi provenienti da diverse università italiane. Il tema centrale è stato «Teoria e prassi dell’esperienza giuridica», che ha caratterizzato gli incontri dell’Ircocervo organizzati in terra di Calabria tra il 1984 e il 1988, ma, in verità, anche tutta l’attività di ricerca di Gentile e della sua scuola. A partire dal pensiero del filosofo patavino, i diversi autori hanno declinato il problema dell’esperienza secondo modalità e sensibilità differenti, ma hanno anche offerto interpretazioni ed applicazioni originali delle sue tesi. È stata ricostruita la sua concezione filosofica e sottoposta ad analisi critica la complessiva visione politica e giuridica. È riemerso l’approccio radicalmente problematico che ha accompagnato gli studi e l’insegnamento, ed insieme la capacità di proiezione verso l’essenza delle cose, diventata, al termine, innalzamento al trascendente. È stato rievocato l’intero percorso di vita e di riflessione ed è stato messo in luce il lavoro di scavo nella profondità delle questioni politiche e giuridiche prima e dell’anima e dell’essere dopo. Sono state riaperte, cioè, le stanze nelle quali si è snodata tutta l’attività di pensiero di Francesco Gentile, quella della «geometria legale», incentrata sulla legalità, quella della «dialettica giuridica», incentrata sulla giustizia e quella della «teodicea», incentrata sulla giustificazione. E grazie alla personale rivisitazione proposta da ognuno sono stati riletti i libri e riascoltata la voce di un filosofo del diritto, che continua a fornire strumenti ermeneutici per comprendere la realtà. E per affrontare con atteggiamento autenticamente filosofico la vita, la relazione con se stessi e il rapporto con l’Assoluto.

IL CURATORE
Alberto Scerbo è professore ordinario di Filosofia del diritto presso l’Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro, dove insegna anche Diritto e letteratura e Filosofia politica. È autore di diverse monografie, oltreché di numerosi saggi in volumi collettanei, riviste italiane e straniere. Ha curato La dichiarazione dei diritti sociali di G. Gurvitch (2004) e Le macchie sulla toga di G. Bentini (2019). Ha pubblicato, da ultimo, tra gli altri: Teoria e prassi dell’esperienza politica (2020); Carlo Cafiero teorico dell’anarchismo (2020); Prime note sulla controversa relazione della filosofia del diritto italiana con il fascismo (2019); L’infinita vanità del tutto. Sul politico e giuridico nel pensiero di Leopardi (2019); La dimensione “metafisica” nel pensiero di Carnelutti: la scienza del diritto e l’incanto dell’arte (2019); Dal nulla all’essere: diritto e potere nella pittura di Goya (2018); L’idea “moderna” di conflitto tra filosofia e sociologia (2017); Gli sguardi vuoti di Modigliani: per una lettura “pittorica” della rappresentazione del “giuridico” (2017); L’amicizia e la dimensione politica tra antichità e modernità (2016).

Indice

Alberto Scerbo
Introduzione

Gian Pietro Calabrò
La dialettica sapere scientifico e filosofia alle radici del pensiero di F. Gentile

Francesco Viola
Prospettive della teoria del diritto

Salvatore Amato
La politica come statistica e il potere degli algoritmi

Paola B. Helzel
Brevi riflessioni sul principio di sussidiarietà quale connubio tra diritti e doveri

Andrea Favaro
Autonomia del singolo quale «germe» dell’esperienza giuridica

Antonio Punzi
Giudizio Mediazione Conversione. Francesco Gentile e la filosofia della controversia

Elvio Ancona
Alle fonti della concezione dell’esperienza giuridica nel pensiero di Francesco Gentile. La nozione aristotelica di esperienza nell’interpretazione di Marino Gentile.

Marco Cossutta
La prospettiva processuale del diritto quale critica del diritto naturale della forza

Gianluca Tracuzzi
Anatomia del delitto in Adriano Tilgher: «un filosofico ircocervo»?

Federico Costantini
L’esperienza giuridica nella società dell’informazione contemporanea: il problema della «norme sperimentali»

Luisa Avitabile
Suum cuique tribuere. Alcune riflessioni con Francesco Gentile

Daniele M. Cananzi
L’esperienza giuridica alla luce della doppia lettura del moderno di Augusto Del Noce

Federico Casa
Derive ermeneutiche dell’interpretazione processuale della filosofia dell’esperienza giuridica

Antonio Vernacotola Gualtieri D’Ocre
La filosofia dell’esperienza giuridica fra esistenzialismo, filosofia dei valori e metafisica classica. Francesco Gentile a confronto con Giuseppe Capograssi ed Enrico Opocher

Gli Autori

Isbn
9788849544435
Nr. Volume
62
Formato
17x24
Nr. Pagine
268
Mese Pubblicazione
Aprile
Anno Pubblicazione
2021