• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
Nessuna immagine impostata
Nessuna immagine impostata

Crescita economica e tutela ambientale: due obiettivi inconciliabili?

SKU: 0820184180
Autore:
Falcone Franca
Collana:

"ESI / UNI"
Vai alla collana >>>

Array
32,00 €
24h.png

PDFStampaEmail

Il volume analizza i principali aspetti delle tematiche ambientali, con particolare attenzione alle problematiche connesse con la realizzazione dei processi di crescita economica nei vari Paesi. A seguito di tali processi, accanto al noto inconveniente della possibile formazione di significativi divari territoriali non è affatto da sottovalutare un altro rilevante tipo di inconveniente: quello delle problematiche ambientali, inevitabilmente scaturenti dal fatto che le imprese più producono più guadagnano e, purtroppo, più inquinano. Anche in questo caso è evidente l’esigenza di un intervento pubblico. Le imprese infatti, nel decidere la quantità ottimale da produrre, tengono conto soltanto dei loro costi e dei loro ricavi privati e non tengono affatto conto del costo sociale dell’inquinamento (con i suoi ingenti danni per la salute e per l’ambiente). Una complessa e articolata indagine (a livello sia teorico che empirico) è stata dunque effettuata sull’attualissimo tema dell’inquinamento, con particolare attenzione a quello creato dalle attività industriali e dall’uso dei combustibili fossili, principali responsabili del cambiamento climatico e del conseguente alto rischio di sempre più devastanti e frequenti disastri naturali (come gli uragani) e del sempre più temuto avanzamento del riscaldamento globale. Per quanto riguarda gli aspetti teorici, sono state analizzate le critiche al tradizionale modello economico della crescita capitalistica (basato sul processo di accumulazione del capitale) e mirato soltanto a una continua crescita del PIL (e dei consumi). La scarsa attenzione alla parallela esigenza di tutelare l’ambiente spiega la ricerca di nuovi modelli alternativi, mirati a realizzare uno sviluppo economico eco-compatibile e quindi «sostenibile» anche sotto il profilo ambientale. Sono stati pertanto analizzati i diversi modelli basati sulla cosiddetta «economia circolare», sulla «economia verde» (Green Economy) ed anche quello basato sui principi della «Bioeconomia». A livello empirico, si è ritento invece opportuno concentrare l’attenzione sulla situazione italiana, esaminando i vari specifici rilevanti aspetti delle tematiche ambientali non solo a livello nazionale ma (attraverso apposite indagini di campo) anche a livello locale.

L'AUTORE
Franca Falcone ha insegnato nell’Università di Catania Economia Ambientale ed Economia Internazionale. Ha insegnato inoltre (presso la Facoltà di Scienze Politiche) Economia Politica e Politica Economica. Ha pubblicato monografie e saggi (su tematiche di Macroeconomia, Microeconomia, Commercio Internazionale e Integrazione Europea, Economia Internazionale Monetaria, Politica Economica, Economia Regionale, Economia del Lavoro, Economia Industriale, Economia dello Sviluppo ed Economia dell’Istruzione) nelle edizioni CEDAM, ESI, Il Mulino, Franco Angeli, A. Giuffré e altre. Sulle stesse tematiche ha inoltre pubblicato numerosi articoli su varie riviste (La Rivista Italiana degli Economisti, Note Economiche, Studi Economici, La Rivista di Politica Economica e altre).

Indice

Capitolo primo
La teoria economica della crescita
1. Aspetti generali. Il modello produttivo del sistema capitalistico
2. La teoria della crescita capitalistica basata sul ruolo determinante svolto dal processo di accumulazione del capitale. Il contributo di Davide Ricardo
3. La teoria neoclassica della crescita: l’andamento della funzione di produzione a livello teorico e nelle verifiche empiriche
4. Dal modello neoclassico della crescita «esogena» ai modelli di crescita «endogena»
5. I modelli di crescita «endogena» basati sul ruolo del fattore RH
5.1. Il ruolo dell’attività di ricerca e del capitale umano
5.2. Il ruolo fondamentale del capitale umano
5.3. Il ruolo dell’attività di ricerca nei modelli di Romer e di Grossman ed Helpman
5.4. Il ruolo del capitale umano nel modello di Lucas

Capitolo secondo
Le critiche alla teoria economica della crescita capitalistica
1. Le critiche ad un processo di crescita basato soltanto sull’aumento quantitativo della produzione (e dei consumi)
2. Le teorie sulla «decrescita». I contributi di Serge Latouche e di Maurizio Pallante
3. Il ruolo del progresso tecnico nelle teorie sulla decrescita
4. Le critiche all’indicatore di sviluppo basato sul PIL
5. Le critiche basate sul temuto rischio-esaurimento delle limitate risorse naturali disponibili

Capitolo terzo
Il nuovo modello di sviluppo basato sull’economia circolare
1. Aspetti e principi alla base della «economia circolare»
2. L’esperienza di imprese locali che recuperano e riciclano gli scarti di origine vegetale e agro-industriale
2.1. L’esperienza positiva della start-up siciliana Kanèsis nel realizzare una plastica eco-sostenibile da scarti di origine vegetale
2.2. L’esperienza positiva dell’azienda Renovo nel riciclo di scarti agroindustriali e di legname post-consumo
2.3. L’esperienza di successo dell’impresa Orange Fiber nel realizzare filati dagli scarti degli agrumi prodotti in Sicilia
3. L’esperienza dell’associazione «Ecopneus» nel recupero e nel riciclo di pneumatici fuori uso
4. Le moderne forme di commercio nella logica del modello di economia circolare
4.1. La valorizzazione delle risorse locali e le vendite a Km zero
4.2. Dalla filiera tradizionale alla filiera equosolidale
5. Il commercio equo e solidale
6. Il principale esempio di commercio equo e solidale in Italia. Il consorzio «Altromercato»
7. Un altro esempio di filiera equosolidale: L’esperienza della cooperativa «Equiverso»
8. I problemi relativi alla disponibilità e all’uso delle fonti tradizionali di energia

Capitolo quarto
Le fonti delle energie rinnovabili
1. Le diverse fonti energetiche rinnovabili
2. L’energia solare
2.1. L’energia del Sole: una energia rinnovabile pulita e sicura
2.2. Gli impianti solari fotovoltaici. Aspetti generali
2.3. La fabbrica del sole a Catania: La «3 Sun»
3. L’energia da biomasse
3.1. La rilevanza dell’energia da biomasse
3.2. Vantaggi e svantaggi dell’utilizzo delle centrali a biomasse
3.3. Le misure di incentivazione economica per gli impianti alimentati a biomasse e biogas
4. L’energia idroelettrica
4.1. L’energia idroelettrica: La prima fonte di energia rinnovabile utilizzata su larga scala
4.2. I vantaggi dell’energia idroelettrica
4.3. I pro e i contro di una centrale idroelettrica
5. L’energia del moto ondoso
5.1. Le principali caratteristiche della fonte di energia del moto ondoso
5.2. L’energia del moto ondoso e il problema del tanto discusso impatto ambientale
6. L’energia eolica
7. Le energie rinnovabili alla base della Terza Rivoluzione Industriale
7.1. Il contributo di Jeremy Rifkin
7.2. L’auspicato passaggio dalla Seconda alla Terza Rivoluzione Industriale

Capitolo quinto
L’inquinamento
1. Il problema dell’inquinamento. Aspetti generali
1.1. L’inquinamento e le sue cause
1.2. Le esternalità negative dell’inquinamento e il fallimento del mercato
1.3. L’intervento dello Stato. La regolamentazione e la tassazione ambientale
1.4. Le verifiche empiriche. La curva dell’inquinamento di Kuznets
1.5. Il ruolo delle istituzioni e la difficile scelta di una tassazione ambientale appropriata
1.6. L’esperienza dei Paesi europei eco-leaders e la proposta di riforma fiscale dell’AEA (Agenzia Europea per l’Ambiente)
1.7. La reazione delle imprese inquinanti in presenza di una elevata tassazione. Le due possibili alternative di scelta
1.8. L’importante ruolo delle istituzioni nel cercare di convincere le imprese inquinanti a scegliere l’alternativa ottimale (la più conveniente sotto tutti i punti di vista)
2. L’esigenza prioritaria di tutelare l’ambiente
3. Tutela dell’ambiente e sviluppo economico
4. L’inquinamento e l’importante ruolo svolto dalla ricerca e dallo sviluppo di nuove eco-tecnologie
5. Tecnologia e natura: l’impatto delle nuove tecnologie per la salvaguardia dell’ambiente
6. L’inquinamento ambientale in Italia
7. Il problema dei rifiuti urbani: una questione molto difficile da risolvere a livello locale

Capitolo sesto
L’ecomostro siciliano: La raffineria di Gela
1. L’impianto petrolchimico di Gela: un vero e proprio «ecomostro»
2. Gli effetti negativi di un tale «ecomostro» sulla salute e sull’ambiente
3. I risultati dell’intervista all’ex presidente della regione siciliana (R. Crocetta)
4. La progettata riconversione della raffineria di Gela in una bioraffineria
4.1. Il progetto di riconversione della raffineria di Gela. Aspetti generali
4.2. Gli specifici rilevanti e innovativi interventi previsti per la bioraffineria di Gela
5. La raffineria di Gela e l’impatto sull’inquinamento delle acque

Capitolo settimo
L’inquinamento marino
1. Le diverse tipologie di inquinamento delle acque
2. L’inquinamento marino da petrolio
3. L’inquinamento marino da microplastica
4. Il ruolo dei movimenti e delle petizioni on-line a salvaguardia dell’ambiente
5. Le politiche per l’ambiente nella normativa europea e in quella italiana
5.1. Le politiche per l’ambiente. Aspetti generali
5.2. Il problema delle catastrofi naturali. Le possibilità di previsione e di prevenzione
5.3. Le tappe storiche fondamentali della politica ambientale nell’UE
5.4. Le politiche per l’ambiente. Dalla normativa europea a quella italiana
5.5. Le politiche per l’ambiente nella regione siciliana
5.6. Il problema del cambiamento climatico e del riscaldamento globale

Capitolo ottavo
Verso la Green Economy
1. L’esperienza evolutiva della Cina: Dall’Airpocalipse inquinante ad un modello di sviluppo economico sempre più green e sostenibile 
2. La sostenibilità economica e ambientale alla base del noto modello di sviluppo della Green Economy
3. Ulteriori importanti caratteristiche del modello di sviluppo della Green Economy
4. La Cina e il rilevante progetto antinquinamento basato sull’utilizzo delle auto elettriche
4.1. Dopo la California, anche la Cina punta sulle automobili elettriche
4.2. La California, paese leader per la produzione e la circolazione di auto elettriche
5. Le auto elettriche: argomenti pro e contro
5.1. I vantaggi delle auto elettriche e gli attuali limiti per un loro ottimale utilizzo
5.2. Le infrastrutture di ricarica per i veicoli elettrici. La situazione in Italia e a livello locale
5.3. L’importante introduzione delle auto elettriche nelle competizioni sportive
5.4. Le prospettive future delle auto elettriche e delle auto ibride
5.5. Il duplice vantaggio di minori spese di viaggio e di un minore impatto ambientale grazie a BlaBlaCar (la piattaforma web più utilizzata al mondo)
6. L’auspicato avanzamento delle