• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
0582022000.jpg0582022000.jpg

L'accademismo artistico nel_'700 in Italia ed a Napoli

SKU: 0582022000
Autore:
Giannetti Anna
Collana:

"Architettura, Opera Pima"
Vai alla collana >>>

Array
15,40 €
48h.png

PDFStampaEmail
L'accademismo è uno di quei fenomeni della realtà artistica europea poco indagati in quanto tale, tanto per il peso di una tradizione ancora troppo vicina e una contemporaneità troppo sentita, tanto per l'ambiguità di una collocazione "istituzionale" in parte assimilabile con difficoltà ad una certa immagine dell'arte. Eppure innegabilmente le accademie nei cinque secoli della loro storia hanno svolto un ruolo per molti versi unico nella vita delle arti e degli artisti fungendo di volta in volta da filtro e specchio fedele nei confronti della società e delle altre manifestazioni culturali del tempo. L'obiettivo di questo libro è proprio quello di tentare di delineare una storia dell'accademismo italiano come fenomeno a sè stante a partire dalle implicazioni legate alla sua qualità istituzionale. È stato scelto per questo motivo come campo di indagine l'arco di tempo compreso tra la soglia del 1750 e la conclusione dell'esperienza rivoluzionaria con la caduta di Napoleone, durante il quale dal modello accademico cinque-seicentesco si passa con mille mediazioni a quello ottocentesco, vale a dire dalle Accademie del Disegno si passa a quelle di Belle Arti. L'analisi si muove così su tre livelli: quello della professione e dei rapporti sociali, quello dell'insegnamento e quello della teoria artistica, tutti e tre soggetti a radicali trasformazioni. Tra i tre livelli di analisi risulta in un certo senso privilegiato quello dell'insegnamento, dato che intorno a questo tema, accademie come scuole o accademie come organismi di ricerca, si radicalizza lo scontro tra il mondo accademico e lo stato moderno nascente da cui i nuovi organismi dipendono. Legata a questa problematica è quella del ruolo e del rapporto dell'architettura all'interno ditali istituzioni e delle altre «Arti Belle»: in una schematica contrapposizione che vede la Pittura trionfare dell'Architettura laddove l'arte e il mestiere con tutto il peso della precedente tradizione accademica hanno la meglio su quella che diventa la grande rivale identificandosi con la nuova scienza e didattica. Insegnamento e architettura diventano così i due valori emblematici delle Accademie di Belle Arti in formazione.

L'AUTORE

Anna Giannetti
è nata nel 1954 a Napoli, dove si è laureata in Architettura nel 1979 con una tesi di laurea di argomento storico. A tale campo di ricerca si è sempre esclusivamente dedicata come allieva interna dell'Istituto di Storia dell'Architettura di Napoli pubblicando alcuni saggi su riviste italiane e straniere. Nel 1981 è stata borsista dell'Istituto italiano di Studi Storici.
Nr. Volume
2
Formato
17x24
Nr. Pagine
172.
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
1982