• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
PDFStampaEmail

Il presente studio è il primo dedicato interamente a Sibilla. Poema drammatico in quattro atti, prezioso lavoro letterario di Giulio Aristide Sartorio, già famoso nella sua Roma, anche quale autore del fregio di Montecitorio (1912) di cui ricorre il centenario. L'artista vi riversa in pieno il suo mondo mitologico-simbolico unito alle metabolizzate influenze del Liberty, della decadente classicità dannunziana, dell'universo pittorico-letterario preraffaellita, della classicità rinascimentale. A causa di ciò, concepisce il volume come una sorta di codice miniato, impreziosito da illustrazioni, splendido campionario della sua raffinatissima arte incisoria. Fa capolino anche la lezione etica di William Morris e pure il languore per la femme fatale sia di Klimt che di Dante G. Rossetti. Referenze che si sciolgono in un fluente racconto poetico ricco di atmosfere talvolta anche un po' alchemiche. Specialmente quando si narra di inquietanti personaggi medioevali (il cavaliere, la strega, l'Angelo di Dio, la Morte) o di motivi rinascimentali o di leggende legate al clima nazionalistico italiano. Ce n'è per concludere che si tratta di una summa dell'arte e del pensiero artistico di Sartorio.

L'AUTORE
Bibiana Borzì,
studiosa di Storia dell'arte. Dopo la laurea in Lettere, ha conseguito il dottorato di ricerca in Italianistica. Ha partecipato a stage e seminari internazionali: Ecole du Louvre di Parigi, Istituto Veneto di Scienze Lettere e Arti di Venezia, Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli. Attiva nella ricerca, ha pubblicato saggi su riviste e cataloghi. Insegna Semiologia delle arti visive alla Struttura Didattica Speciale di Architettura dell'Università di Catania, con sede a Siracusa.

Isbn
9788849524789
Formato
17x24
Nr. Pagine
332
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2012